Tra il gladiatore e il paziente inglese

E' il 1° maggio 2013: ci alziamo di buon mattino e partiamo alla volta della Val d'Orcia, la fantastica valle toscana nella quale hanno girato alcune scene del film ll Gladiatore (nel filmato a fondo pagina si vede la stessa strada del nostro fotoreportage odierno dal minuto 1'01" al minuto 1'09").

Per pranzo ci aspetta una degustazione di pesce di quelle da leccarsi i baffi. Siamo ospiti di Giuseppe, un amico ristoratore che abita qualche chilometro fuori Arezzo, nella sua villetta sulle colline. Arezzo, avete capito bene: da veri artisti impazziti quali siamo imbocchiamo l'autostrada e ci facciamo i circa 80 chilometri che separano Pienza dal nostro "pranzo".

Il pesce è freschissimo: Francesco lo ha comprato da un amico pescatore il giorno prima, appena pescato, sul bellissimo mare di fronte al promontorio dell'Argentario. Quello che mangiamo è davvero incredibile, sia per la qualità della materia prima, sia per i sapori. Come antipasto ci viene servita una schiacciata artigianale appena sfornata con muggine affumicato leggermente piccante. Il primo è molto particolare: tagliolini al granchio (la particolarità consiste nel fatto che - ci spiega Francesco - sono femmine, già aperte, contenenti uova: normalmente non sono in vendita poiché di solito i pescatori le tengono da parte per se stessi). Come secondo arrivano le spigole, condite solo con un filo di olio extravergine di oliva: una a testa, cotte sulla brace, deliziose per quanto sono fresche. Per finire una crostata di pere alla vaniglia con un fuori-Toscana, dell'ottimo rum agricolo (che si ha quando il succo estratto per frantumazione dalla canna viene inviato direttamente alla fermentazione e quindi non produce zucchero).

A questo punto vi raccontiamo una chiccha ittica. La spigola viene chiamata branzino nel nord Italia e spinola in Toscana per un motivo ben preciso, ossia perchè in realtà fa parte di una delle 21 "famiglie" di pesci che sono ermafroditi e che quindi da giovani sono maschi (o femmine) e durante la loro vita si trasformano in femmine (o maschi): quindi in realtà nel caso della toscana spinola il doppio nome le deriva dal fatto che nei casi in cui depone le uova essa viene definita spigola, mentre il maschio che feconda le uova è il branzino.

Rifocillato sia il corpo che la mente (un'ora di buona chiacchierata dopo pranzo ci è servito a scoprire anche che in Toscana esiste un produttore agricolo che coltiva oltre 200 varietà di peperoncino originarie praticamente di tutto il mondo) ripartiamo tornando in Val d'Orcia: il nostro obiettivo stavolta è Pienza e la campagna attorno alla cittadina, terra meravigliosa di formaggi. Facciamo un salto in centro per ammirare il duomo e la piazza dedicata al pontefice Pio II, l'uomo che cercò di farne una ideale città del Rinascimento avvalendosi dell'opera dell'architetto toscano Bernardo Rossellino, quindi ci dirigiamo fuori città, prima alla vicinissima pieve di Corsignano, una strana chiesetta ricca di simboli misteriosi (mappa per raggiungerla), poi sulla strada che porta all'ex monastero benedettino di Sant'Anna in Camprena dove hanno girato alcune scene del film Il Paziente Inglese, vincitore di ben 9 premi Oscar (Guarda il fotoreportage).

Ed ecco arrivare fulminea l'appetitosa ora della merenda: prima di ripartire alla volta di casa decidiamo di fermarci presso un produttore di formaggio il quale, gentilmente, accetta di aprirci le porte della sua azienda per una breve visita con degustazione e fotoreportage.

(ToscanaGo, 15 maggio 2013. Leggi anche la scheda Mangiare e dormire a Siena e dintorni)

© RIPRODUZIONE RISERVATA


ToscanaGo declina ogni responsabilità sull'uso di immagini ed audio presenti nel video. Per qualsiasi violazione di diritti d'autore o altro rivolgersi a Youtube.com sui cui server si trovano i video che la nostra pagina visualizza semplicemente.



ToscanaGo non è un'agenzia di viaggi o un tour operator: non ci occupiamo di prenotazioni alberghiere nè vendiamo o rivendiamo pacchetti turistici o altro.
ToscanaGo è un blog personale, non periodico, nel quale raccontiamo la Toscana in base alla nostra personale esperienza.

Chi siamo | Copyright | Informativa Privacy | Note legali | La tua pubblicità su ToscanaGo | ToscanaPedia 
Copyright ©ToscanaGo 2012-2020 - Tutti i diritti riservati - E' vietata qualsiasi riproduzione di fotografie e testi - Partita Iva 01809400474

Realizzazione Portale Turistico e di Informazione