Contenuto Principale
Italian Chinese (Simplified) English French German Japanese Portuguese Romanian Russian Spanish

"A corto di vino": telecamere a spasso per la Val d’Orcia

Val d’OrciaSi chiamerà così la rassegna di cortometraggi realizzata da oltre 40 studenti dell’Università di Siena nelle cantine della Val d’Orcia, per dare voce ad una bellezza paesaggistica senza eguali.

Immagini allegate al comunicato stampa.

Raccontare la storia di un territorio, la Val d’Orcia e del suo vino, la DOC Orcia. È questo l’obiettivo del progetto “A corto di vino”, la rassegna di cortometraggi che verrà realizzata nell’ambito dell'Orcia Wine Festival in programma a San Quirico d'Orcia (Siena) dal 22 al 25 aprile. Il 24 aprile oltre 40 studenti italiani e stranieri che frequentano il Corso di Comunicazione Digitale tenuto dal professor Maurizio Masini dell'Università di Siena si armeranno di telecamera per realizzare una serie di cortometraggi ambientati all'interno delle cantine di vino Orcia. È un compito importante quello che è stato conferito loro: diventare "ambasciatori" nel mondo delle bellezze di un territorio divenuto patrimonio mondiale dell'Umanità nel 2004 come la campagna più bella del mondo e primo territorio rurale ad essere premiato con questo riconoscimento. "I video sono lo strumento di comunicazione del futuro. La denominazione Orcia Doc non ha eguali per la bellezza paesaggistica del territorio e le sue cantine esprimono la cura e la passione dei produttori che realizzano un vino artigianale di estrema qualità" ha annunciato Donatella Cinelli Colombini, presidente del Consorzio Vino Doc Orcia. I corti saranno ambientati nelle aziende agricole Tenuta Castelnuovo Tancredi di Buonconvento, Poggio Grande di Castiglione d'Orcia, SassodiSole di Montalcino e Capitoni Marco di Pienza. Il corso universitario di laurea Magistrale in Strategie e Tecniche della Comunicazione presso il Dipartimento di Scienze Sociali Politiche e Cognitive, che prevede la realizzazione di video digitali per la promozione del territorio, si svolgerà quest’anno con il sostegno del Consorzio Vino Orcia e dell’Amministrazione Comunale.

“Ringrazio il Consorzio – ha detto il professor Masini – per aver dato vita a questa proficua collaborazione e l’Amministrazione Comunale di San Quirico per l’aiuto e il sostegno offerto a questa iniziativa. Credo che sia un bel modo per dimostrare come l’Università e le Istituzioni sia pubbliche che private possano collaborare in maniera proficua per il sostegno e lo sviluppo della cultura nel proprio territorio”.

(Movimento Turismo del Vino Regione Toscana, comunicato stampa)


Web Soft
Ricerca / Colonna destra

Notizie collegate

Info Terre di Siena

CONDIVIDI L'ARTICOLO SU

SEGUICI SU

Fondazione Musei Senesi: il Chianti