Contenuto Principale
Italian Chinese (Simplified) English French German Japanese Portuguese Romanian Russian Spanish

Wine&Siena 2016

Save the date: il 2016 si apre in bellezza con la prima edizione dell’evento per la valorizzazione dei terroir e delle eccellenze di Toscana e non solo che si terrà il 30 e 31 Gennaio.

Immagine allegata al comunicato stampa.

Siena torna a far parlare di se, finalmente per qualcosa di cui andare fieri. Il nuovo anno si apre con un evento di richiamo internazionale dedicato al vino e all’enologia di qualità: il 30 e 31 Gennaio si terrà Wine&Siena, la prima edizione di un evento dedicato alle produzioni vitivinicole d’eccellenza della Toscana e d’Italia. A fare da cornice a questa importante manifestazione, che si spera sia solo la prima di una lunga serie, due location d’eccezione: Rocca Salimbeni, sede storica di Banca Monte dei Paschi, e il Grand Hotel Continental.

Saranno due giornate interamente dedicate all’incontro diretto con produttori vitivinicoli rigorosamente selezionati per il livello qualitativo dei loro prodotti: 100 saranno toscani, 45 provenienti da altre regioni italiane particolarmente vocate, oltre alla presenza di 45 artigiani del gusto.

Mente creatrice di questo ambizioso progetto che punta a diventare di riferimento regionale e nazionale è Confcommercio di Siena con la collaborazione di Gourmet’s International, l’ente organizzatore del rinomato Wine Festival di Merano.

“Quando Confcommercio Siena ha immaginato questo evento – dice Stefano Bernardini, presidente Confcommercio Siena – lo ha pensato non come evento specifico per il mondo del vino, bensì come una grande opportunità per presentare e far vivere un territorio dove ci sono eccellenze in tutti i settori. Dall’enologia, alla gastronomia, passando dalle eccellenze in campo artistico, culturale, imprenditoriale, turistico, noi abbiamo un territorio ricchissimo, che vogliamo valorizzare, raccontare, aprire sempre di più ai viaggiatori da tutto il mondo. Wine&Siena va in questa direzione, risponde a questo obiettivo”.

In effetti, gli eventi in programma sono tanti e per tutti i gusti: non solo vino ma anche arte, storia, cultura con degustazioni, cene di gala, show cooking e tante altre sorprese tutte da scoprire e da segnare in agenda fin da ora.

Perché proprio la Toscana e Siena in particolare per ospitare questo evento? La risposta ci arriva dalle parole di Helmuth Köcher, presidente e fondatore di Merano Wine Festival: “Questa città può senz’altro definirsi la capitale italiana del vino e la Toscana la regione più vocata d’Europa alla produzione vitivinicola d’eccellenza”. Si perché diciamo le cose come stanno: la Toscana è un’area geografica tra le più vocate al mondo per la vitivinicoltura e punto di riferimento per l’enologia di qualità in Italia, con ben cinque DOCG famose in tutto il mondo: Chianti, Brunello di Montalcino, Vino Nobile di Montepulciano, Chianti Classico e Vernaccia di San Gimignano. A queste vanno aggiunte tante altre DOC e IGT ricche di qualità e fascino. Convinti del fatto che ci sarà ancora di che parlare nel nuovo anno a proposito della città famosa per il Palio, per il Monte dei Paschi e a questo punto anche per il vino?

Informazioni, biglietti e prenotazioni sul sito ufficiale www.wineandsiena.it e www.sienaincoming.com.

(Movimento Turismo del Vino, comunicato stampa)


Web Soft
Ricerca / Colonna destra

Notizie collegate

Info Terre di Siena

CONDIVIDI L'ARTICOLO SU

SEGUICI SU

Fondazione Musei Senesi: il Chianti