Contenuto Principale
Italian Chinese (Simplified) English French German Japanese Portuguese Romanian Russian Spanish

Vendemmia 2014: Fattoria del Colle e Casato Prime Donne

vendemmiaUn contatto foriero di tradizioni, abitudini e feste. Anche quest’anno il rito della vendemmia scalda gli animi e i cuori e incrocia le dita per un settembre assolato. Uva sana, leggero ritardo sul calendario degli ultimi anni e raccolta prevista fra il 20 settembre e il 5 ottobre per il Brunello, subito dopo per Chianti e Orcia. Così Donatella Cinelli Colombini racconta al Movimento Turismo del Vino Toscana.

Immagine allegata al comunicato stampa.

Le viti, piante notoriamente intelligenti, si stanno chiedendo le stiamo trasformando in cammelli. Prima un 2012 e 2013 asciutti come il deserto e ora un 2014 che, fino a luglio, sembrava l’inizio del diluvio universale. Finalmente a agosto è arrivato il sole, due soli temporali in tutto il mese. Secondo le statistiche 1,5°C in più rispetto all’ultimo decennio del Novecento e 2°C in meno rispetto alla media dal 2000 in poi. Le notti sono fresche e di giorno il termometro segna 28-33°C. Temperature ideali per la sintesi degli aromi. Le prime analisi dell’uva diffuse dal Consorzio del Brunello su grappoli raccolti il 26 agosto sono molto positivi: la maturazione “tecnologica” cioè la formazione dello zucchero, è ancora lontana ma l’evoluzione delle sostanze nobili della buccia -polifenoli – è avanti.

Nei mesi di giugno e luglio, noi che facciamo agricoltura biologica nei vigneti – hanno raccontato - abbiamo dato fondo alle energie dei trattori e dei trattoristi. Non si sono mai fermati. Salvare l’uva dalla peronospora è stata un’impresa eroica. A luglio le giornate piovose erano così tante che ci siamo chiesti se era necessario tornare al così detto “calendario dei trattamenti sistemici” ma i vignaioli si sono rifiutati. Che forza!

La straordinaria vocazione di Montalcino per il sangiovese si riconferma anche quest’anno. A luglio gli acini dell’uva si erano ingrossati ma ad agosto la loro dimensione è tornata quasi normale e l’invaiatura è avvenuta in modo veloce e completo. Il 10 agosto è iniziato il conto alla rovescia di 40 giorni che porta alla vendemmia al Casato Prime Donne.

Alla Fattoria del Colle, nel Sud del Chianti, abbiamo avuto una piccola grandinata il 26 giugno. Ha colpito 4 vigneti con una perdita del 10% dell’uva. Il problema maggiore è stato lo shock che ha bloccato i il ciclo vegetativo delle viti. L’invaiatura è avvenuta lentamente fra il 10 e il 20 di agosto con un notevole ritardo sul calendario degli ultimi anni.

Il “Cancello nero” un vigneto quasi leggendario, per l’uva eccellente che produce è stato quello più traumatizzato. L’ho ripiantato nel 2010 e lo considero la mia più grande eredità a mia figlia Violante. Presidente del Movimento Turismo del Vino Toscana. Fra 10 anni la sua uva produrrà vini strepitosi. Ma ora la grandinata lo ha sconvolto.

Dal 20 di agosto sono iniziati i diradamenti dell’uva (la così detta vendemmia verde) e la sfogliatura delle viti sul lato meno esposto al sole di mezzogiorno.

Così sotto questi ottimi presagi, con la speranza che le belle giornate continuino tutto settembre, non ci resta che augurare buona vendemmia a tutti!

(MTV Toscana, comunicato stampa. Permesso alla ripubblicazione chiesto via email)

Web Soft