Contenuto Principale
Italian Chinese (Simplified) English French German Japanese Portuguese Romanian Russian Spanish

Museo Archeologico Artimino Francesco Nicosia

Il Museo Archeologico di Artimino rappresenta nella regione una delle testimonianze più importanti e più ricche della civiltà etrusca. E' stato aperto nel 1983 nei sotterranei della villa La Ferdinanda e dal 2011 è stato collocato in maniera definitiva all’interno del borgo di Artimino, nelle ex tinaie.

Fotografie gentilmente concesse dal museo.

Il Museo è annesso al Parco Archeologico di Carmignano in un’area geografica strategica che in passato collegava l’Etruria Toscana con l’Etruria Padana e con il resto dell’Italia settentrionale, un territorio che ha avuto uno sviluppo economico e culturale rilevante.

Il Museo custodisce preziosi reperti portati alla luce in seguito agli scavi eseguiti dall’archeologo Francesco Nicosia attraverso i quali ci racconta la storia di tutta l’area circostante.

E’ strutturato su due piani. Al pian terreno viene illustrata la ricerca archeologica relativa agli insediamenti nell’area e ai diversi ritrovamenti. L’esposizione è dedicata al "Mondo dei vivi" con i reperti provenienti dall’area di Pietramarina e da altri nuclei abitativi di Artimino. Al piano inferiore l’esposizione, dedicata al "Mondo dei morti", è di grande effetto suggestivo. All’inizio si trova la tomba a pozzo del "Guerriero di Prato Rosello" e i corredi rinvenuti nelle altre tombe della necropoli di Prato Rosello. Altri spazi espositivi sono dedicati alla scultura funeraria di età arcaica, agli splendidi reperti di altre necropoli e al corredo di Grumaggio. Significativi i due tumuli dei Boschetti e di Montefortini che presentano straordinari reperti in vetro, avorio e bronzo finemente decorati.

Il Museo si pone l’obiettivo di far conoscere la storia del territorio nel periodo etrusco attraverso l’osservazione diretta delle testimonianza pervenute. A tal proposito la sua attività è indirizzata anche alle scuole, alle famiglie e a gruppi e si sviluppa attraverso l’offerta di visite guidate, eventi, attività a tema (il Carnevale Etrusco, le Notti dell’Archeologia), organizzazione di Centri estivi. Ogni domenica mattina vengono effettuate visite gratuite a cura del Gruppo Archeologico Carmignanese. Ogni 1° sabato del mese lo stesso gruppo effettua una visita guidata al Tumulo di Montefortini con possibilità di estenderla alla necropoli di Prato Rosello. Contattando il personale del Museo è possibile prenotare visite guidate con percorsi storico naturalistici e archeologici personalizzati e organizzare eventi personalizzati in compagnia di amici, ad esempio compleanni, aperitivi, merende…

(ToscanaGo, 26 maggio 2013. Articolo di Giuseppina Lupo. Guarda anche i ristoranti e hotel in zona provati da ToscanaGo)

© RIPRODUZIONE RISERVATA


ToscanaGo declina ogni responsabilità sull'uso di immagini ed audio presenti nel video. Per qualsiasi violazione di diritti d'autore o altro rivolgersi a Youtube.com sui cui server si trovano i video che la nostra pagina visualizza semplicemente.


Visualizzazione ingrandita della mappa

Web Soft
Ricerca / Colonna destra

Info Provincia di Prato

CONDIVIDI L'ARTICOLO SU

SEGUICI SU