Contenuto Principale
Italian Chinese (Simplified) English French German Japanese Portuguese Romanian Russian Spanish

Vendemmia 2014: Azienda Capezzana

Cantina CapezzanaL'estate ormai finita ricorda la vendemmia, le corse tra i filari di bimbi gioiosi con le mani appiccicose dai zuccheri dell'uva, mentre coltelli affilati spogliano i tralci e riempiono le ceste che i carri trasportano in cantina. I grappoli nella botte aspettano di essere pigiati dai piedi nudi di bimbi felici che sguazzano dentro il succo prezioso, mentre le donne organizzano la cena, frittelle di patate e caldarroste, che tutti assieme attorno al tavolo alla fine gusteranno sorseggiando il mosto, che nelle botti inizia a ribollire. Noi del Movimento Turismo del Vino Toscana, abbiamo chiesto di raccontarci questo momento importantissimo, quello della vendemmia, con le aspettative e gli aneddoti che lo caratterizzano, all’Azienda Capezzana a Carmignano in provincia di Prato.

Immagine allegata al comunicato stampa.

Capezzana è un’azienda storica. Vittorio Contini Bonacossi, il titolare, ha visto vendemmiare con ancora la forza animale che trainava i carri col tinello alla fattoria. Tanti anni sono passati, tante facce si sono alternate e succedute sui campi e le vigne. Ha visto il passaggio da contadini a operai passando dai "camporaioli" (contadini divenuti operai che ancora mandavano avanti la vigna padronale e vinificavano in riservati tini aziendali per poi dividere 58 su 42 %). “A un vecchio vignaiolo come me – ha detto - è meglio non chiedere troppo del passato, troppi ricordi, tutti bellissimi ma commuoventi. Tanti cari amici, veri vignaioli”.

La prima domanda sulla vendemmia è "futuristica" - ci ha detto - è impossibile stabilire l’andamento della raccolta non avendo ancora iniziato. Ma una cosa si può anticipare: sicuramente sarà un’annata dove i profumi la faranno da padroni, questo a causa della forte escursione termica tra giorno e notte che favorisce la fase aromatica. Attualmente tutti gli operai sono a sfogliare le viti per permettere una buona circolazione dell'aria intorno al grappolo, in modo da garantire una buona e piena maturazione dei frutti.

“La vendemmia non presenta ritardi rispetto alla media, all’assaggio le uve di Sangiovese sono buone e i vinaccioli iniziano a divenire marroni. Il Merlot è dolce e sano. Senza la pioggia preventivata si potrebbe sperare in una buona annata, anche di buona quantità. Se pioverà veramente usciremo con gli impolveratori per soffiare dell'argilla finissima sui grappoli, è l'unico prodotto ammesso dal metodo biologico, un po' come fanno le belle signore quando vanno a farsi i fanghi per avere la pelle morbida e liscia”.

A Capezzana è possibile, previa prenotazione, visitare le cantine storiche, la vinsantaia e il frantoio con la caratteristica orciaia, oltre naturalmente a poter degustare i vini aziendali. (Prenotazioni a 055 8706005 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.).

(MTV Toscana, comunicato stampa. Permesso alla ripubblicazione chiesto via email)

Web Soft