Contenuto Principale
Italian Chinese (Simplified) English French German Japanese Portuguese Romanian Russian Spanish

Cucina pistoiese

Piatti poverissimi e dolci creativi: dall'arista sott'olio alla fett'unta, dalla zuppa del carcerato ai tordelli pesciatini, dal biroldo alle scaloppine all'abetonese, dai berlingozzi alle cialde di Montecatini.

La cucina della zona di Pistoia è forse la più povera, come ingredienti, tra tutte le varianti della cucina toscana, basata soprattutto su piatti di recupero di parti meno "nobili" degli animali.

Antipasti

  • Arista sott'olio
  • Crostini di milza
  • Crostini neri (con frattaglie di pollo)
  • Fett'unta

Zuppe

  • Farinata con le leghe (striscioline di cavolo nero)
  • Zuppa del carcerato (ricetta del 1860)
  • Zuppa di pane alla pistoiese
  • Zuppa di pane della montagna pistoiese

Primi

  • Tordelli pesciatini al sugo finto (detto anche sugo scappato)
  • Maccheroni di San Jacopo all'anatra (cucinati tradizionalmente il 25 luglio)

Secondi

  • Arrosto morto
  • Biroldo pistoiese
  • Cioncia pesciatina
  • Rigaglia completa
  • Lesso rifatto
  • Migliacci
  • Scaloppine all'abetonese

Contorni

Dolci

  • Berlingozzi
  • Brigidini di Lamporecchio
  • Cialde di Montecatini Terme
  • Confetti pistoiesi (a forma di riccio)
  • Migliacci dolci di Agliana
  • Necci con la ricotta
  • Necci incicciati
  • Pippi della corona per San Bartolomeo (preparati per la festa del 24 agosto)

(ToscanaGo, 22 febbraio 2014. Leggi la nostra Guida online sulla cucina toscana. Scopri dove mangiare a Pistoia e dintorni: i ristoranti provati da ToscanaGo)

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Web Soft
Ricerca / Colonna destra

Info Comune di Pistoia

CONDIVIDI L'ARTICOLO SU

SEGUICI SU