Contenuto Principale
Italian Chinese (Simplified) English French German Japanese Portuguese Romanian Russian Spanish

Serravalle Jazz 2013: Note con le Gonne

Il 25, 26 e 27 agosto nel borgo medievale di Serravalle Pistoiese si svolgerà la dodicesima edizione del festival Serravalle Jazz, organizzato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia in collaborazione con il Comune di Serravalle Pistoiese e la direzione artistica di Maurizio Tuci.

Intitolato Note con le Gonne, ha scelto come tema l´universo femminile del jazz, che si propone di esplorare attraverso i seminari pomeridiani presso l´Oratorio della Vergine Assunta e i concerti serali nella Rocca di Castruccio, in tutto dieci appuntamenti virati decisamente al rosa. L´ingresso è libero.

Nella storia del jazz, le donne, per quanto non siano state numerose, hanno avuto un posto di rilievo. Musiciste e interpreti carismatiche, magmatiche ladies dalla voce ruvida o cristallina e dal linguaggio musicale singolare, hanno marcato ogni tappa ed evoluzione jazzistica, imponendosi sulla scena mondiale, talvolta come stars incontrastate, talvolta come importanti elementi di supporto.

Lil Harding, Mary Lou Williams, Carla Blay, solo per citarne alcune, sono tre musiciste, pianiste, compositrici e arrangiatrici di assoluto rilievo, se pur dalla diversa popolarità, che assieme a cantanti come Bessie Smith, Billie Holiday, Ella Fiztgerald, Helen Merrill, Sara Vaughan, Dinah Washington, Mahalia Jackson, Anita O´Day, Nina Simone, hanno contribuito a disegnare sin dalle sue origini le varie stagioni del jazz.

Nel presente, nonostante le diverse condizioni socio-culturali e le varie rivoluzioni femminili e femministe e anti-razziste del passato più o meno recente, la situazione non appare granché mutata. Il jazz continua ad essere un genere musicale prevalentemente maschile, ma le donne che lo scelgono come proprio territorio artistico emergono, sostenute da un talento innato e coltivato con passione e da notevole originalità.

Attraverso la sua scelta tematica, il Serravalle Jazz intende da una parte rendere un tributo alla loro significativa presenza, ricordando in particolare alcune interpreti eccezionali del passato impegnate non solo nel campo musicale, ma anche in quello dei diritti civili, dall´altra far conoscere o ritrovare artiste italiane di indubbio talento, intercettando così singolarità stilistiche che connotano oggi il linguaggio del jazz al femminile.

Musiciste e cantanti fuoriclasse dagli stili diversi si avvicenderanno sul palco nelle tre serate del festival. La pianista e compositrice Rita Marcotulli, dopo aver già estasiato la platea del Serravalle Jazz alcuni anni fa, ritorna in duo assieme al poliedrico fisarmonicista Luciano Biondini, con un concerto (27 agosto) che partendo da un´ispirazione cinematografica legata a Jean Renoir regista porterà l´ascoltatore in un cammino denso di significati, eseguendo brani che si fondono in un´unica forma di coloratissima e romantica bellezza. Carla Marciano, altosassofonista e compositrice salternitana considerata tra i migliori nuovi talenti italiani e non, e tra i principali musicisti che usano il raro sassofono sopranino, propone con il suo quartetto Stream of Consciousness (26 agosto) suoi brani originali, connotati da un linguaggio improvvisativo aperto ad ogni rischio per comunicare il proprio mondo interiore.

La cantante fiorentina Claudia Tellini, con il pianista e compositore Mauro Grossi e il contrabbassista Nicola Vernuccio, farà sfoggio della plasticità della sua voce nel concerto Eden e altre storie (27 agosto), tra pezzi di Eden, ultimo lavoro del gruppo - tutte variazioni eclettiche sul song Nature Boy – ed altri composti per lei da Mauro Grossi.

Importanti e non scontati gli omaggi a tre singolari artiste del passato in altrettanti concerti monografici. La cantante pistoiese Rebecca Scorcelletti propone Omaggio a Nina Simone (26 agosto) con Antonino Siringo al piano e Michele De Filippo al sax, cimentandosi per la prima volta con il repertorio dell´interprete statunitense anche attivista per i diritti civili. Il concerto della vocalist Stefania Scarinzi (26 agosto) in duo con il pianista Gianluca Tagliazucchi si inoltra nel repertorio impegnato della cantante Abbey Lincoln, che ha condiviso straordinaria musica e lotte civili con il compagno Max Roach. Il concerto- recital di apertura del festival (25 agosto) Ricordo di Édith Piaf omaggia la chansonnière parigina, al cui repertorio tanti jazzisti hanno attinto, attraverso una drammaturgia di musica e testi in versione jazz realizzata per l´occasione dall´attrice e regista Monica Menchi in trio con la cantante Antonella Grumelli e il pianista Daniele Biagini.

Tra le note con le gonne, unica eccezione, il concerto della Barga Jazz Big Band (25 agosto) - con cui continua la fertile alleanza - , guidata quest´anno da Mario Raja. L´ospite d´onore sarà Pietro Tonolo, tra i maggiori sassofonisti europei. I suoi lavori saranno il riferimento per il concorso di composizione e arrangiamento di Barga Jazz, i cui brani vincitori saranno riproposti al Serravalle Jazz.

I concerti, doppi e tripli ogni sera, iniziano alle ore 21. Ogni pomeriggio, alle ore 18, l´appuntamento è con i seminari all´Oratorio della Vergine Assunta, scuole informali per la divulgazione storica del jazz.

(Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia, comunicato stampa 17 luglio 2013)


ToscanaGo declina ogni responsabilità sull'uso di immagini ed audio presenti nei video. Per qualsiasi violazione di diritti d'autore o altro rivolgersi a Youtube.com sui cui server si trovano i video che la nostra pagina visualizza semplicemente.

Web Soft