Contenuto Principale
Italian Chinese (Simplified) English French German Japanese Portuguese Romanian Russian Spanish

Ambasciatore del vino italiano nel mondo: al via in Toscana la terza edizione del master

vino toscanoIl percorso di alta formazione, in collaborazione con AIS, Università di Pisa e Università per Stranieri di Siena, si svolgerà alla Scuola Sant'Anna di Pisa: l'obiettivo è quello di formare una nuova professionalità che riesca a comunicare il valore aggiunto altamente identitario e culturale del vino italiano al fine di poterlo promuovere e diffondere sui nuovi mercati mondiali ed implementare la sua presenza nei mercati emergenti, in espansione e in quelli consolidati.

FOTO COPYRIGHT TOSCANAGO © RIPRODUZIONE RISERVATA

Il Master, in terza edizione, è realizzato in collaborazione con l’Associazione Italiana Sommelier, Università di Pisa e Università per Stranieri di Siena.

Il Master intende formare una nuova professionalità oggi poco o marginalmente presente in Italia che riesca a comunicare il valore aggiunto altamente identitario e culturale del vino italiano al fine di poterlo promuovere e diffondere sui nuovi mercati mondiali ed implementare la sua presenza nei mercati emergenti, in espansione e in quelli consolidati.

Attraverso un piano didattico integrato ed articolato e con docenti altamente qualificati, Il Master andrà a definire una professionalità con conoscenze del settore viticolo-enologico, in termini sia di produzione sia di commercializzazione, di marketing e comunicazione, e delle caratteristiche dei diversi mercati mondiali, affiancate e rinforzate da quelle ottenute attraverso il conseguimento del diploma di sommelier AIS (Associazione Italiana Sommelier), che viene richiesto come prerequisito ma è conseguibile come modulo specifico all’interno del corso di Master.

Il “made in Italy” enogastronomico connota sempre più la peculiarità italiana dal punto di vista culturale ed economico sul mercato internazionale, in quanto sinonimo di prodotto non replicabile ed espressione di un territorio univoco. Si rende pertanto necessario affrontare i nuovi mercati con una formazione nuova e strategica in grado di costruire e comunicare una “cultura del vino italiano” specificamente orientata verso i consumatori delle diverse aree mondiali.

A chi è rivolto

Il Master è diretto principalmente, ma non esclusivamente, a laureati di I livello, o titolo equipollente, in Viticoltura ed enologia, in discipline agrarie/alimentari, economiche, di comunicazione e di marketing o a laureati di I o II livello in altre discipline attinenti al profilo professionale da formare, anche in relazione al percorso e alle motivazioni dei singoli candidati.

Possono altresì presentare domanda di ammissione i laureandi, che abbiano terminato gli esami di profitto prima dell’inizio del Master e che prevedano di acquisire il titolo di accesso nella sessione straordinaria dell’anno accademico precedente l’inizio del Master stesso.

È possibile partecipare al Master anche iscrivendosi a singoli moduli (massimo due, con esclusione del corso AIS di Sommelier) o in qualità di uditori (con partecipazione ai 3 moduli didattici – ma senza conseguimento di crediti- e al corso AIS di Sommelier).

Obiettivi formativi

Le attività formative del Master sono caratterizzate da una forte integrazione delle competenze, a partire da quelle di base negli ambiti viticolo-enologico per completarsi con quelle più orientate ad aspetti di tipo socio-culturale, di comunicazione (dai canali tradizionali ai social media), del marketing e dello studio delle dinamiche e delle caratteristiche dei diversi mercati e delle tipologie dei consumi e dei consumatori. Gli sbocchi professionali del Master sono molteplici e riguardano principalmente (ma non esclusivamente) attività di promozione nazionale ed internazionale a livello sia di singole aziende sia di marchi collettivi, gestione e responsabilità del marketing, organizzazione di eventi, comunicazione di tipo professionale e divulgativo.

Metodologia didattica

L’attività didattica sarà di tipo prevalentemente frontale, con lezioni in aula . Potranno essere previste anche attività didattiche in uscita presso sedi istituzionali e/o aziende del settore. Saranno messi a disposizione dei corsisti su apposita piattaforma informatica tutti i materiali didattici utilizzati nel corso delle lezioni.

Alcune attività didattiche potranno prevedere lavori di gruppo.

Al termine di ciascun modulo didattico i corsisti dovranno sostenere un accertamento per il conseguimento dei relativi crediti formativi (CFU). L’accertamento (scritto o orale) potrà essere di tipo individuale o collettivo (esposizione di lavori di gruppo).

Al termine del corso di sommelier AIS sarà sostenuto dai corsisti il relativo accertamento ai fini del conseguimento del diploma e dei crediti formativi.

(Scuola Sant'Anna di Pisa, bando del master)

FOTO COPYRIGHT TOSCANAGO © RIPRODUZIONE RISERVATA

Web Soft
Ricerca / Colonna destra

Info Provincia di Pisa

CONDIVIDI L'ARTICOLO SU

SEGUICI SU