Contenuto Principale
Italian Chinese (Simplified) English French German Japanese Portuguese Romanian Russian Spanish

Liquorificio Morelli: 2 Medaglie d’oro al Concours Mondial de Bruxelles 2017

Liquorificio MorelliL'azienda di Forcoli (Pisa) ha ricevuto in questi giorni due premi a livello internazionale alla Spirits Selection by Concours Mondial de Bruxelles. Sono soltanto 6 i produttori italiani che hanno ottenuto le medaglie d’oro e il Liquorificio Morelli è l’unico ad aver conquistato due riconoscimenti.

Due i prodotti premiati con la medaglia d’oro: la Grappa Cru del Centenario 2016 e il Limoncino speciale 32°.

La grappa del Centenario è uno dei prodotti di punta, realizzata in occasione dei 100 anni di attività dell’azienda.

Il limoncino 32° è uno dei prodotti più apprezzati da enoteche e ristoranti: un infuso di bucce di limone, alcol e zucchero. Nessun aroma, nessun colorante. Un prodotto naturale e dal sapore autentico che, insieme all’Arancino 32°, sta conquistando un posto da protagonista nella produzione Morelli con una linea food dedicata.

Pasta al Limoncino, Panettoni, Pandolci, Cantuccini sono soltanto l’inizio di un percorso volto a valorizzare questi due prodotti e a crescere.

Il Concorso, i premi

Si tratta di un riconoscimento importante che conferma ancora una volta l’altissima qualità dei prodotti. Il concorso, si è svolto quest’anno in Messico, e ha visto la partecipazione di 1140 superalcolici provenienti da 54 paesi. Il concorso è un’importante vetrina internazionale che offre una grande visibilità ai produttori.

Per il Liquorificio Morelli non è la prima volta: già in passato la Grappa Centenario aveva conquistato una medaglia d’argento al Concorso Mondiale di Bruxelles in Portogallo. Inoltre lo stesso prodotto ha ottenuto dei riconoscimenti al Concorso Nazionale Premio Alambicco d’oro organizzato dall’ANAG. Il limoncino Speciale 32° conquistò invece la medaglia d’oro nel 2014 sempre al Concorso di Bruxelles.

(Liquorificio Morelli, comunicato)

Web Soft
Ricerca / Colonna destra

Notizie collegate

Info Provincia di Pisa

CONDIVIDI L'ARTICOLO SU

SEGUICI SU