Contenuto Principale
Italian Chinese (Simplified) English French German Japanese Portuguese Romanian Russian Spanish

Montopoli Medioevo 2015

Da quarantadue anni ormai a Montopoli prende vita l´entusiasmante disfida con l´arco, per aggiudicarsi l´ambito Palio, tra Perinsù e Peringiù, in gara i migliori arcieri dei due Popoli di Santo Stefano e di San Giovanni, in cui venne divisa la comunità di Montopoli sotto il Podestà Iacopo Degli Albizzi. La manifestazione trasporterà i visitatori in un mondo lontano, tra dame e cavalieri, notabili, musici, sbandieratori, giullari, mangiafuoco, falconieri ed una schiera di leggiadre fanciulle che allieteranno con danze sulle coreografie dei più importanti maestri di danza del 1400.

Le prime notizie storiche di Montopoli risalgono all´anno 1000 e si trovano in un documento datato 28 maggio 1017, dove viene nominato per la prima volta Montopoli tra le ville facenti parte del Piviere di Musciano, sotto la giurisdizione civile ed ecclesiastica del Vescovo di Lucca. In breve tempo Montopoli acquisì sempre più importanza, grazie alla sua strategica posizione collinare, e con l´inoltrarsi dell´XI secolo venne eretta la Cappella di Santo Stefano e la prima costruzione fortificata fu eseguita su quello che oggi è chiamato il Poggio di Rocca, il quale, come ci ricorda il Donati "erto per natura, e fortificato ad arte, offriva sicuro ricovero contro le frequenti devastazioni", e insieme alle fortificazioni, ancora visibili di via Barberia, costituivano il così detto "Cassero".

Il Castello di Montopoli fu conteso da Lucca, Pisa e Firenze proprio per la sua posizione sopraelevata e strategica e per le possenti mura, che gli valsero l´appellativo di "castello insigne" da parte di Giovanni Boccaccio: dalla Rocca si poteva vedere il mare e tutta la valle dell´Arno ed anche oggi dalla Torre di San Matteo - costruita, si dice, da Neri Capponi nel 1431 - nelle giornate limpide si può vedere il mare.

Tali pesanti fortificazioni erano costituite da un fossato esterno, da antiporti con catene e da alte mura in pietra e mattoni dalle quali gli abili arcieri del castello potevano scagliare le loro frecce contro i nemici, protetti da torricelle con saettiere.

Rievocazione Storica e disfida con l´arco
Montopoli Medioevo - La leggenda e la realtà

Da quarantadue anni ormai a Montopoli prende vita l´entusiasmante disfida con l´arco, per aggiudicarsi l´ambito Palio, tra Perinsù e Peringiù, in gara i migliori arcieri dei due Popoli di Santo Stefano e di San Giovanni, in cui venne divisa la comunità di Montopoli sotto il Podestà Iacopo Degli Albizzi.

La manifestazione trasporterà i visitatori in un mondo lontano, tra dame e cavalieri, notabili, musici, sbandieratori, giullari, mangiafuoco, falconieri ed una schiera di leggiadre fanciulle che allieteranno con danze sulle coreografie dei più importanti maestri di danza del 1400. Ma Quest´anno Montopoli si colorerà anche di mistero: narra la leggenda che nel 1400, in una Osteria del Castello di Montopoli sia avvenuto un fatto miracoloso...protagonista di questo mistero è la bellissima Tavola in oro ligneo "La Madonna con il bambino" attribuita a Lorenzo Monaco, che per quasi 500 anni e ´ stata tenuta nascosta e celata ad occhi profani dalle Monache. La Tavola e´ custodita ed esposta al Museo del Conservatorio Santa Marta che sarà aperto al pubblico anche con visite guidate.

Il viaggiatore nel tempo durante le due giornate medievali sarà coinvolto in questo particolare momento di vita ... tra leggenda e realtà, a cura del gruppo teatrale "No Grazie", presso l´Osteria nella Piazza della Pieve: una tazza, il gioco d´azzardo ... e la tavola in oro ligneo. Dal pomeriggio del sabato e per tutta la domenica sarà possibile rivivere l´affascinante e misteriosa atmosfera medievale, grazie ad una ricostruzione storica attenta ed uno scenario suggestivo. La Rievocazione Storica di Montopoli è una delle manifestazioni più belle nel suo genere.

Potrete soffermarvi tra i banchi del mercato medievale e degli stand gastronomici, tra cui uno specializzato in cibo per celiaci, o assaporare il tipico "Ciaccino" di Montopoli o rilassarvi presso l´Osteria. Per i più piccoli, intrattenimenti e laboratori di ogni tipo. Come ogni anno gli amanti della fotografia potranno scattare foto nei due giorni di festa ad artisti, gruppi, espositori, luoghi del paese e poter partecipare così al concorso fotografico, oppure immortalare un´istantanea con lo smartphone ed inserirla su Instagram #montopolimedioevo.

Sabato 12 dalle 18:00

A seguito della consueta benedizione augurale degli arcieri il paese si anima con canti medioevali eseguiti dal gruppo Cantores Circuli, esibizioni del gruppo storico Città di Nozzano, intrattenimento del giullare Ludovico Dimezzato e scontri tra cavalieri della Compagnia Lupo Rosso, accampati sul Poggio di Rocca, oltre ad entusiasmanti spettacoli di fuoco di Kesma e del trio siciliano Anima Ignis.

Ce n´è davvero per tutti i gusti, i visitatori possono comodamente degustare la cena medievale* ai piedi dell´antica Torre di San Matteo, assistendo agli spettacoli esclusivi di Bricco e Bracco e del gruppo di Danza Storica.

Intorno alle 21:00 presso Piazza II Giugno i piccoli Arcieri, fiera eredità degli Arcieri della Rocca, faranno sfoggio della loro abilità nella disfida giunta alla quarta edizione, un anticipo della sfida del giorno dopo.

Domenica 13 tutto il giorno

Già dal primo mattino il borgo è in fermento! Artigiani e fabbri, contadini e artisti, giullari e notai: tutti quanti si fermano ad ammirare il maestoso corteo che si snoda tra le vie del paese a cui parteciperanno il gruppo storico Montopoli in Val d´Arno, il gruppo musici e sbandieratori Contrada San Michele in Caprugnana, la Contrada Borgonovo e ed alcuni figuranti del gruppo storico dell´Innamorata di Capoliveri.

Ma non c´è tempo da perdere! E mentre ognuno torna in fretta alla propria occupazione, arriveranno circa 200 arcieri da tutta Italia, appartenenti alla Lega Arcieri Medievali (LAM), che gareggeranno singolarmente negli angoli più belli e nascosti del borgo per decidere chi tra loro è il più abile. Il Declamatore Giovanni nelle vesti di Dante Alighieri annuncerà i duelli di spada dalla Compagnia del Lupo Rosso, i canti del gruppo Cantores Circuli, il coinvolgimento dei giullari Bricco e Bracco, gli spettacoli di falconeria dei Falconieri del Granducato di Toscana, le leggiadre melodie dell´Arpista Antonella Natangelo e l´intrattenimento del giullare Ludovico Dimezzato, in attesa di sapere chi tra Peringiù e Perinsù vincerà la Disfida con l´arco ed otterrà così l´ambito Drappo del vincitore.

Il programma dettagliato di eventi e spettacoli itineranti è disponibile sul sito www.montopoli.net o sulla pagina Facebook Proloco Montopoli val d´Arno. Saranno disponibili servizi di Bus Navetta per l´intera giornata.

(Montopoli Medioevo, comunicato stampa)


Web Soft
Ricerca / Colonna destra

Pubblica la tua foto su ToscanaGo

Info Provincia di Pisa

CONDIVIDI L'ARTICOLO SU

SEGUICI SU

Forum


Il forum gratuito di ToscanaGo
(accedi con password di registrazione al sito)