Contenuto Principale
Italian Chinese (Simplified) English French German Japanese Portuguese Romanian Russian Spanish

Pisa: tra mare, arte e paesi fantasma

La Provincia di Pisa si può suddividere in tre diverse zone: Valdarno, Valdera e Val di Cecina.

La provincia di Pisa confina a nord con la provincia di Lucca, a est con le province di Firenze e di Siena, a sud con la provincia di Grosseto, a ovest con la provincia di Livorno e con il Tirreno. A parte la pianura alluvionale che circonda il corso dell’Arno, quello della provincia di Pisa è un territorio prevalentemente collinare. Il tratto del litorale pisano che si estende a nord e a sud dell’Arno presenta vaste zone boscose: la Tenuta di San Rossore e la Tenuta del Tombolo formate da estese pinete, praterie e campi. A sud, fino a Livorno, si estendono lunghe spiagge. Risalendo il corso dell’Arno la pianura si restringe verso il territorio fiorentino e a nord si profilano le alture del Monte Pisano ricoperte di uliveti. Segue un verde corridoio che sale verso Lucca e accanto si innalzano le ondulazioni delle Cerbaie ai piedi delle quali l’Arno entra nel territorio pisano. Nel territorio sono presenti altri fiumi: a nord dell’Arno c’è il Serchio che si getta nel Tirreno e a sud il fiume Era, affluente dell’Arno. La sua valle rigogliosa e fertile si prolunga verso sud, Proseguendo seguono le Colline Metallifere che si sviluppano in territorio grossetano e senese.

Pisa, gloriosa per il suo passato storico, per l’arte e per la cultura, si trova sulle rive dell’Arno ad una decina di chilometri dal mare. E’ conosciuta in tutto il mondo per la bellissima Piazza dei Miracoli (patrimonio Unesco), dove si trova la celeberrima Torre pendente. Molti poeti hanno decantato i suoi lungarni resi suggestivi dalle insenature del fiume e dai bei palazzi che si affacciano su di essi. Pisa è la patria di Galileo Galilei, che dà il nome al suo aeroporto internazionale. E’ sede di eccellenti istituti di ricerca e di studi universitari, come la Scuola Normale Superiore, nella suggestiva Piazza dei Cavalieri, e la Scuola di Studi Superiori e di Perfezionamento Sant’Anna, nella bella Piazza dei Martiri della Libertà, nonchè del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR).

Numerose strade partono dalla città in direzione ovest e conducono al litorare pisano circondato dal Parco Naturale Regionale di Migliarino, San Rossore e Massaciuccoli (l'area si estende verso Lucca dove forma l'oasi naturale Lipu). Alla Bocca dell’Arno ha inizio un bellissimo tratto di costa dove sorgono i centri balneari di Marina di Pisa, Tirrenia e Calambrone.

Il territorio, oltre al litorale pisano, presenta altre tre zone di interesse naturalistico e culturale: il Valdarno, la Valdera e la Val di Cecina dove si trovano le famose miniere di Caporciano.

Il Valdarno si estende attorno al corso dell’Arno tra le alture del pisano e delle Cerbaie a nord e le alture del volterrano a sud. Qui si trovano colline tipicamente toscane ricoperte da campi coltivati, oliveti, vigneti e boschi, e costellate da borghi medioevali mentre nel fondovalle troviamo importanti distretti industriali e artigianali. Santa Croce sull’Arno e Castelfranco di Sotto fanno parte del Comprensorio del Cuoio rinomato grazie al suo sviluppo tecnologico che permette una produzione di pellami di qualità. Situata lungo la Via Francigena, San Miniato attrae visitatori con pregevoli opere d’arte e con gli incantevoli paesaggi dei suoi tre colli. A San Miniato Basso si trova il Museo Didattico sulla Civiltà Della Scrittura. L’ambiente boschivo favorisce la crescita di alcune varietà di tartufo fra cui il pregiatissimo tartufo bianco. Da San Miniato a Volterra nel periodo autunnale si susseguono fiere, mostre, sagre dedicate al tartufo. Di particolare interesse naturalistico sono le alture delle Cerbaie un tempo paludose, ora ricoperte da latifoglie e da pini, il lago di Bientina e la riserva naturale di Montefalcone, oggi aree protette. Fanno parte del territorio anche i comuni di Calcinaia, Bientina e Santa Maria a Monte.

A sud dell’Arno troviamo la Valdera e le colline pisane con gli immancabili olivi e viti per la produzione di olio e vino, ed una campagna fertile. Il paesaggio toscano è stato sapientemente conservato: vi si trovano i tipici casolari accompagnati dai filari di cipressi. Alle coltivazioni si alternano boschi e pinete ricchi di fauna selvatica. Il territorio permette escursioni fra poderi, pievi, strade panoramiche, borghi ricchi di storia e di opere d’arte. Numerose aziende agrituristiche offrono l’opportunità di trascorrere un piacevole soggiorno e di assistere a manifestazioni e degustazioni legate ai prodotti tipici.

Alla confluenza del fiume Era nell'Arno sorge Pontedera, nota per essere la sede della Piaggio. Il territorio comprende anche Ponsacco, il centro termale di Casciana Terme, Lajatico, Peccioli e Palaia, presso cui poter visitare i resti di un paese fantasma: Toiano (guarda il fotoreportage).

Proseguendo per la Valle dell’Era, nella parte meridionale della provincia, troviamo la Val di Cecina che offre un paesaggio assai mutevole. Vi si incontra la tipica campagna toscana con le classiche colture, le colline argillose, i calanchi e le biancane prive di vegetazione, le Balze di Volterra, una gigantesca voragine causata da un impressionante e continuo fenomeno di erosione. Volterra, città medioevale ed etrusca, ha un fascino particolare dato dai suoi palazzi, chiese, torri e dalla poderosa cerchia delle mura che la circondano. Altri centri del territorio sono Montecatini Val di Cecina, Castelnuovo Val di Cecina e Casale Marittimo.

A sud troviamo le Colline Metallifere: paesaggi selvaggi, boschi dai colori inusuali e presenze faunistiche importanti costituiscono le caratteristiche di un ambiente naturale di grande valore. Non mancano chiese, castelli e rocche da scoprire. Poiché il territorio è ricco di risorse minerarie, sono presenti anche cave e miniere. Il centro più conosciuto è Larderello, dove ebbe inizio lo sfruttamento dei soffioni per la produzione di energia geotermica.

(ToscanaGo, 21 ottobre 2014. Leggi anche la scheda ristoranti e hotel a Pisa e dintorni provati da ToscanaGo)

© RIPRODUZIONE RISERVATA


ToscanaGo declina ogni responsabilità sull'uso di immagini ed audio presenti nel video. Per qualsiasi violazione di diritti d'autore o altro rivolgersi a Youtube.com sui cui server si trovano i video che la nostra pagina visualizza semplicemente.

Web Soft
Ricerca / Colonna destra

Pubblica la tua foto su ToscanaGo

Info Provincia di Pisa

CONDIVIDI L'ARTICOLO SU

SEGUICI SU

Forum


Il forum gratuito di ToscanaGo
(accedi con password di registrazione al sito)