Contenuto Principale
Italian Chinese (Simplified) English French German Japanese Portuguese Romanian Russian Spanish

Crazyrun 5: vincitori e resoconto

Crazyrun 2015Si è conclusa a Pietrasanta con un finale spettacolare l'evento motoristico che ha stupito partecipanti e pubblico, con musica, vip lounge, supercar in esposizione e crazyrunner che hanno percorso 500 km attraverso la meravigliosa Toscana!

FOTO COPYRIGHT CRAZYRUN © RIPRODUZIONE RISERVATA

Il Comune di Pietrasanta, che ha concesso il patrocinio all’iniziativa, ha offerto un’occasione unica per vedere la sfilata delle supercar e dei team di fronte ai tanti appassionati di motori, pronti a scattare foto con i partecipanti e le loro auto. Straordinario l’entusiasmo che ha accolto i team al traguardo fino al momento delle premiazioni!

Vincitore della Crazyrun 2017 il team SPACCACUORI #31 su Ferrari California T, secondo posto per il team GLI ELBANI #27 su Porsche 991 Carrera 4s e terzo posto per il team TAXI DRIVER #81 su Jaguar F-Type R.

Premiati anche i team che meglio hanno interpretato lo spirito Crazyrun.

Per la categoria:

CRAZY TEAM ha vinto il team CHE MINKIA GUADDI #02 su Ferrari 458 Speciale
CRAZY CAMOUFLAGE ha vinto il team POLIZEI #06 su VW Maggiolino con livrea della polizia tedesca e team composto da 4 donne in divisa ufficiale
CLASSIC CRAZY CAR ha vinto il team DEUS 697 #97 su BMW 2.8 CS del 1971
LUXURY PAINT ha vinto il team GIRLS RM AUTOSPORT #10 su SLR Mercedes McLaren

Anche in questa edizione Crazyrun è stata una car race coinvolgente in un itinerario che, tra Tavarnelle Val di Pesa e Pietrasanta, ha visto sfrecciare oltre 80 auto tra Lamborghini, Ferrari, Maserati, auto d’epoca, hypercar, supercar e auto stravaganti in una caccia al tesoro di 48 ore con 10 checkpoint e 10 tappe selettive.

Per citarne alcune: La Fortezza di Radicofani, dalla quale si ha una vista mozzafiato su tutta la Val d'Orcia; Scansano, famoso per l'ottimo Morellino; il mare di Punta Ala; il meraviglioso Golfo di Baratti; Bolgheri con il viale alberato più famoso d'Italia; il vecchio anfiteatro di San Giuliano Terme; le mura di Lucca...

Ad ogni tappa i team dovevano dimostrare di aver superato la prova per poter registrare il personal badge ed ottenere la busta contenente l'indizio successivo.

Indizi e prove rompicapo scanditi dal tempo messo a disposizione per superarle.

Alcuni esempi?

“Avocado. Aculeo. ISO 216. Contrade. Ghino di Tacco. Polini 102. Filo di rame. San Guido. Atalanta-Milan. Vite di rame. Istrice. Macadamia. Autografo. Porchetta. Porcini sull'asfalto. Giosuè Carducci. 500 gr. Moby & Toremar. Chiocciole. Sito a siluro. A3. Puzzle. Sisal. Selfie. Vite di zinco. A0. Limoni. LED. Etruschi. Francigena. Le Difese. Carburatore 19'. Esilio.”

Parole che sembrano scritte a caso ma che per i partecipanti significano molto di più: divertimento, velocità, astuzia, abilità, comicità, energia, saper fare squadra, ovvero Crazyrun!

Solo facendone parte si può capire e percepire il vero spirito di questa due giorni. Molti partecipanti in gara non hanno mancato un'edizione, molti altri erano alla loro prima volta e hanno dichiarato di aspettare già le date della prossima Crazyrun!

(Crazyrun, comunicato stampa 17 maggio 2017)

Web Soft
Ricerca / Colonna destra

Info Provincia di Lucca

CONDIVIDI L'ARTICOLO SU

SEGUICI SU

Spiaggia della Lecciona (Viareggio)