Contenuto Principale
Italian Chinese (Simplified) English French German Japanese Portuguese Romanian Russian Spanish

Cantine Aperte 2015: Lucca, Pisa e Pistoia

Cantine AperteA Lucca visite in cantina, degustazioni di vini, ma anche di olio extravergine d’oliva e prodotti gastronomici del territorio a Fattoria di Fubbiano, e a Montecarlo appuntamento per quattro giorni consecutivi dal 30 maggio al 2 giugno alla Tenuta del Buonamico. A Pisa di scena vino e salumi dell’antica norcineria Marianelli in provincia di Pisa, nei sotterranei del Castello di Usiglian del Vescovo (risalente al 1078), laboratori gastronomici che vedono il coinvolgimento di produttori locali in abbinamento a vecchie annate a Fattoria Varramista. Degli Azzoni Avogadro allestiranno un evento coinvolgendo produttori di eccellenze locali, mentre a Tenuta Podernuovo si potrà fare trekking in vigneto alla scoperta della vigna, del vino, di contadini e vignaioli. Mentre a Pistoia spazio ai divertimenti con “Giochi Antichi della Tradizione Contadina” percorso di giochi d’abilità per grandi e piccini ispirati a quelli dell'epoca medievale a cura della compagnia “Nobiltà e Contado di Pistoia” alla cantina Marini.

Immagine allegata al comunicato stampa.

Lucca è conosciuta per le sue innumerevoli chiese, i suoi palazzi medievali, la caratteristica piazza Anfiteatro e soprattutto per l’atmosfera che si respira camminando lungo gli stretti vicoli del centro storico. Ma non tutti sanno che Lucca è circondata da un meraviglioso paesaggio naturale fatto di dolci colline, antiche ville signorili, oliveti centenari, vigneti e piccole pievi di campagna con i loro graziosi campanili. Ricche di minerali, le colline che circondano la città di Lucca formano un anfiteatro naturale che protegge dai venti del Nord e garantisce un clima mite tutto l’anno, contribuendo a creare un vino dalla forte personalità, con alto contenuto di zuccheri e intensi bouquets ed un eccellnete olio extra vergine d’oliva. Questa è la terra dove i vini Doc Colline Lucchesi e l’Olio Extra Vergine d’Oliva DOP Lucca vengono prodotti. Circondata da 45 ettari di tenuta, tra vigneti, oliveti e boschi, la Fattoria di Fubbiano si estende tra i paesi di Tofori e San Gennaro, sul versante che volge a mezzogiorno delle colline lucchesi. Mentre la filosofia della Tenuta del Buonamico, che opera dal 1964 con attenzione alla produzione di vini di qualità, in grado di esprimere il gusto, i sapori, le emozioni della terra Doc di Montecarlo, vede uve selezionate che per tradizione e tecniche di lavorazione, esprimono al meglio la tipicità montecarlese.

Pisa ricca di storia vede Cantine Aperte in due tenute d’eccezionale suggestione. Usigliano di Palaia, meglio conosciuto come “Usiglian del Vescovo” per essere stato in epoca medioevale feudo dei vescovi di Lucca, costituisce una rilevante testimonianza di quel profondo processo di conversione che ha visto molte strutture fortificate trasformarsi in eleganti e suggestive ville-fattoria. L'insediamento di Usigliano, come ci riporta lo storico Emanuele Repetti e accertato sin dal 1078, quando la contessa Matilde di Toscana ne fece dono al vescovo di Lucca. Tale dominio, confermato poi da una bolla papale e da alcuni diplomi imperiali, fu tuttavia ampiamente contestato dalla Repubblica Pisana in forza della bolla di Innocenzo II (cinque marzo 1137), con la quale riconosceva a Pisa il possesso del castello e della "corte di Usigliano". Dopo varie e lunghe rivendicazioni tra le parti, in virtú dei rispettivi titoli, solo nel 1284 due giudici, nominati dal Papa Martino IV, misero fine a questa incessante controversia: alla Repubblica Pisana fu assegnato il dominio diretto, mentre al vescovo di Lucca l'usufrutto. Varramista, invece, è un luogo fuori dal tempo, che ha ospitato gli intellettuali di ogni epoca, volti noti della scena artistica, culturale e imprenditoriale italiana e internazionale. La coltivazione della vite ha premiato nel tempo due varietà, il Sangiovese, varietale più antico e la Syrah, eletta a vitigno principale e d’eccellenza negli anni ’90, quando Giovanni Alberto Agnelli avviò il processo di riconversione dei vigneti e del sistema produttivo, accompagnato dall’enologo Federico Staderini, che ancora oggi cura la qualità dei vini di Varramista.

Pistoia, città ricca di bellezze paesaggistiche e di un importante patrimonio artistico e culturale, vede fin dal 1800 la Famiglia Marini produrre vino, nel comune di Tizzana (Quarrata). L’amore per la terra, il rispetto per la natura, l’attenzione nei confronti dei naturali cicli stagionali sono alcuni dei valori fondamentali su cui si basa il lavoro di questa cantina a conduzione familiare in cui l’organizzazione di Cantine Aperte è volta ad accogliere enoturisti, scuole e appassionati offrendo loro visite guidate e degustazioni in azienda. L’azienda Agricola Marini Giuseppe, che si trova a Pistoia, considerata la Capitale delle piante, è specializzata da molti anni, nella produzione di Piante di Olivi da impianto e da Giardino.

(MTV Toscana, comunicato stampa)


Web Soft