Contenuto Principale
Italian Chinese (Simplified) English French German Japanese Portuguese Romanian Russian Spanish

Effetto Venezia 2014

Dieci serate di concerti, spettacoli teatrali, mercati ed artisti di strada: sarà dedicata alla città di Livorno, come “Porta del Mediterraneo per la Toscana”, la XXIX edizione di Effetto Venezia, la festa d’estate in cartellone dal 25 luglio al 3 agosto nel caratteristico quartiere, detto appunto La Venezia.

Immagini con autorizzazione alla pubblicazione ottenuta via mail dall'ufficio stampa del Comune di Livorno.

Livorno, 23 giugno 2014 - Sarà dedicata a Livorno, come “Porta del Mediterraneo per la Toscana”, la XXIX edizione di Effetto Venezia, la festa d’estate in cartellone dal 25 luglio al 3 agosto nel caratteristico quartiere, detto appunto La Venezia.

Livorno e la Toscana saranno al centro della programmazione, celebrando cucina, tradizioni, storia, personaggi, e chiudendo un ciclo, iniziato nel 2010 che ogni anno ha caratterizzato la manifestazione ispirandosi a paesi che si affacciano nel bacino mediterraneo, prima la Spagna, poi la Francia, la Grecia, e l’Italia.

Effetto Venezia 2014 sarà un grande omaggio alla città di Livorno, alla sua creatività, genialità, originalità.

Nomi come Pietro Mascagni, Piero Ciampi e Amedeo Modigliani, ma anche Giorgio Caproni e Armando Picchi riecheggeranno nelle dieci serate di programmazione ispirando ogni sera performance teatrali e musicali, alcune specificatamente ideate per Effetto Venezia ma pronte per essere esportate in teatri di tutta Italia.

Gli “eventi” avranno luogo essenzialmente sul palco di piazza del Luogo Pio, mentre saranno privilegiate, strade, piazzette, scalandroni, per ospitare artisti di strada, marching band e gruppi acustici; altri spettacoli si svolgeranno in sale attrezzate, chiese, in Fortezza Vecchia. E poi vi saranno mostre, giri in battello lungo i canali, cabaret, presentazioni di libri, e il tradizionale mercatino.

Rispetto agli anni passati si parte da un budget dimezzato (causa spending review): 270 mila euro comprensivi del compenso del direttore artistico Mario Menicagli, autoridotto a circa 11 mila netti.

Il programma, così come il bilancio, saranno un work in progress. Gli aggiornamenti, anche sul “bilancio trasparente” saranno pubblicati in tempo reale sul sito ufficiale della festa.

Ma vediamo alcuni degli appuntamenti in programma (work in progress, appunto)

Uno spettacolo teatrale a cura del Centro Artistico Il Grattacielo, sarà dedicato al leggendario Capitano della grande Inter anni’60, il livornese Armando Picchi, a cui Livorno ha intitolato lo stadio comunale. Così come un’opera teatrale/musicale sarà dedicata alla singolare storia degli Scarronzoni, la squadra di canottaggio più famosa della storia sportiva italiana: atleti tutti livornesi, alcuni scaricatori, altri manovali o operai, arrivati fino alle Olimpiadi. Interprete principale l’attore livornese Fabrizio Brandi accompagnato dal brillante Color Swing Trio che suona la musica degli anni Trenta e quaranta con grinta, energia e tanto swing. In programma anche uno spettacolo dedicato al grande cantautore livornese Piero Ciampi, con la partecipazione di un ospite d’eccezione, Roberto Vecchioni, già insignito di un premio alla carriera in occasione del Premio Ciampi 2012.

La musica farà da padrona ogni sera: in programma Spring Awakening, il pluripremiato musical di Broadway e il gruppo italiano di folk rock i Mau Mau ( famosi negli anni ’90). Si offrirà anche la possibilità di dirigere come “maestro d’orchestra” - per chiunque lo desideri- un gruppo strumentale di strada.

Per la lirica è in progetto una versione ridotta de La Cavalleria Rusticana di Pietro Mascagni che verrà rappresentata nella suggestiva cornice della Fortezza Vecchia, palcoscenico ogni sera di spettacoli di matrice propriamente livornese.

Non mancherà come detto l’animazione di strada (teatro di strada, danza, street band…) con gruppi tra l’altro scelti in collaborazione con la direzione artistica di Mercantia di Certaldo.

Ogni sera si tireranno le somme della festa con la comicità di Claudio Marmugi. E poi – novità di quest’anno – per chi non ha la possibilità di calarsi nella festa, ci potrà essere una performance domiciliare su prenotazione.

(Effetto Venezia, comunicato stampa 23 giugno 2014)


Via alle richieste di “spettacoli a domicilio” per Effetto Venezia 2014 ...e altre novità del programma.

Livorno, 11 luglio 2014 – A poche settimane dall’apertura della XXIX edizione di Effetto Venezia, la festa d’estate che si terrà dal 25 luglio al 3 agosto nel caratteristico quartiere, detto appunto La Venezia a Livorno, va sempre più delineandosi il cartellone di appuntamenti che animeranno le dieci serate di programmazione.

Per una edizione, come quella di quest’anno dedicata a “Livorno porta del Mediterraneo” non poteva mancare il nome di un illustre livornese quale Amedeo Modigliani. In occasione del 130°anniversario della nascita, a lui sarà dedicata in Fortezza Vecchia la mostra i “Falsi Modigliani” (l’inaugurazione il 25 luglio) , ovvero l’esposizione delle tre pietre scolpite , raffiguranti volti di donna, ritrovate nei Fosso Mediceo nell’estate del 1984. La mostra intende ricostruire, attraverso 27 pannelli espositivi, la storica burla che fece il giro del mondo ed è, ancora oggi, straordinariamente conosciuta. E sempre dedicata a Modigliani , un’altra iniziativa alla Bottega del Caffè di viale Caprera, : “ I luoghi di Modigliani. Tra Livorno e Parigi”, viaggio fotografico attraverso i luoghi dove il grande artista ha vissuto e lavorato, immortalati così come sono oggi dopo un secolo di cambiamenti sociali, economici e urbanistici. La mostra fotografica sarà inaugurata il 12 luglio e rimarrà aperta fino al 3 agosto.

Lo spettacolo inaugurale sarà invece dedicata l’opera lirica (in un primo momento per tagli finanziari lo spettacolo musicale non era in programma ) che darà di fatto il via , sul palco di Piazza del luogo Pio la sera del 25 luglio, alla manifestazione. Sulle note è prevista l’esibizione di un’ospitata importante.

Altra novità inerente la programmazione, lo spettacolo U2.2 (...gli ultimi due) di Paolo Migone e Sergio Sgrilli: i due geniali artisti toscani daranno vita ad una divertente rappresentazione di comicità surreale.

E quando si parla di comicità toscana, o meglio labronica, anche quest’anno saranno riproposte, ma nella suggestiva cornice della Fortezza Vecchia “ Le Stanze “, quadri di vita livornese con fatti e personaggi noti e meno noti del passato o della cronaca di Livorno.

Il 26 luglio, che sarà anche Notte Bianca, si ballerà in piazza dei Domenicani con le cuffie nelle orecchie (verranno fornite direttamente dagli organizzatori). Arriva a Livorno la Silent Disc, ovvero la discoteca silenziosa a difesa dell’inquinamento acustico. Si potrà ballare fino a notte fonda senza timore di disturbare il quartiere. Quanto poi alla novità di quest’anno, ovvero la possibilità di usufruire di una performance domiciliare su prenotazione per chi non ha possibilità di calarsi nella festa di Effetto Venezia, l’iniziativa sta concretizzandosi e sono già state avanzate richieste. La direzione artistica di Effetto Venezia a tale proposito invita gli interessati ad inviare una email all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. specificando la tipologia di spettacolo richiesto: teatrale, musicale, per bambini.

Confermata la presenza di Roberto Vecchioni a chiusura del Festival, in uno spettacolo dedicato al grande cantautore livornese Piero Ciampi; Vecchioni, è già stato insignito di un premio alla carriera in occasione del Premio Ciampi 2012.

E poi tra gli spettacoli già definiti; lo spettacolo teatrale a cura del Centro Artistico Il Grattacielo che sarà dedicato al leggendario Capitano della grande Inter anni’60, il livornese Armando Picchi, a cui Livorno ha intitolato lo stadio comunale. Così come un’opera teatrale/musicale sarà dedicata alla singolare storia degli Scarronzoni, la squadra di canottaggio più famosa della storia sportiva italiana: atleti tutti livornesi, alcuni scaricatori, altri manovali o operai, arrivati fino alle Olimpiadi. Interprete principale l’attore livornese Fabrizio Brandi accompagnato dal brillante Color Swing Trio che suona la musica degli anni Trenta e quaranta con grinta, energia e tanto swing. Ospite della serata la giovane cantante Jessica Brando.

In programma Spring Awakening, il pluripremiato musical di Broadway e il gruppo italiano di folk rock i Mau Mau ( famosi negli anni ’90). Si offrirà anche la possibilità di dirigere come “maestro d’orchestra” - per chiunque lo desideri- un gruppo strumentale di strada.

Per la lirica è in progetto una versione ridotta de La Cavalleria Rusticana di Pietro Mascagni che verrà rappresentata nella suggestiva cornice della Fortezza Vecchia, palcoscenico ogni sera di spettacoli di matrice propriamente livornese. Non mancherà l’animazione di strada (teatro di strada, danza, street band…) con gruppi tra l’altro scelti in collaborazione con la direzione artistica di Mercantia di Certaldo.

(Effetto Venezia, comunicato stampa 11 luglio 2014)


Web Soft
Ricerca / Colonna destra

Pubblica la tua foto su ToscanaGo

Notizie collegate

Info Comune di Livorno

CONDIVIDI L'ARTICOLO SU

SEGUICI SU

Forum


Il forum gratuito di ToscanaGo
(accedi con password di registrazione al sito)