Contenuto Principale
Italian Chinese (Simplified) English French German Japanese Portuguese Romanian Russian Spanish

I GO: il bando toscano per 300 start up

Indetto dalla sezione Toscana di Unione Province D'Italia con l'obiettivo di promuovere la costituzione di nuove imprese giovanili, il bando si propone di creare, percorsi professionali autonomi per le nuove generazioni.

Promosso dalle dieci Province toscane, coordinate da UPI Toscana, Fondazione Sistema Toscana in qualità di partner, Cna Toscana e Confcooperative Toscana, in qualità di associati, il bando (che pubblichiamo sotto in versione integrale) prevede di sviluppare un percorso di formazione (40 ore) e accompagnamento ai giovani aspiranti imprenditori fino ad un massimo di 300 (al massimo 30 per Provincia). Al termine del percorso formativo, tra coloro che avranno partecipato all’intero percorso di formazione, verranno selezionate un massimo di 150 idee imprenditoriali tra i partecipanti (al massimo 15 per Provincia), che accederanno alla fase successiva di accompagnamento nel mondo dell’imprenditoria attraverso incontri con imprenditori, case studies, mentoring, e altre forme di coinvolgimento diretto nel mondo delle aziende.

Dopo il percorso di accompagnamento, che avrà una durata complessiva di 80 ore, verranno selezionate le migliori 30 idee di start up (3 per Provincia) con un contributo pari a € 1.900 ciascuna (al lordo di ritenute di legge).

La Provincia di Prato si riserva di mettere a disposizione ulteriori somme per le migliori start up con sede esclusivamente nel proprio territorio.

Il Bando è rivolto a giovani di età compresa fra i 18 e i 35 anni. Le proposte potranno pervenire sia da singoli aspiranti imprenditori, che da gruppi associati su un’idea. I requisiti anagrafici devono essere posseduti da tutti i candidati fino alla conclusione del percorso di selezione previsto dal Bando per il 28 febbraio 2014, a pena di esclusione.

In caso di selezione del progetto, al fine di ottenere il contributo finale, i singoli o i gruppi partecipanti vincitori dovranno costituirsi in impresa con sede legale in Toscana.

Le idee imprenditoriali potranno riguardare i più diversi campi di attività e dovranno essere presentate, a pena di decadenza, dalla data di pubblicazione del bando fino al 7 febbraio 2014 ore 13.00 compilando l’apposito modulo di iscrizione direttamente on-line sul sito www.tagtoscana.it.

(ToscanaGo, 25 gennaio 2013)


IL BANDO

I GO! Impresa, Giovani, Occupazione

1. Descrizione e obiettivi del Bando

Upi Toscana, nell’ambito del progetto “I GO! – Impresa Giovani, Occupazione”, finanziato da UPI Nazionale su bando Azione Province Giovani 2013, indice il bando “I GO! – Impresa, Giovani, Occupazione” con l’obiettivo di promuovere la costituzione di nuove imprese giovanili. Il Bando si propone di creare, percorsi professionali autonomi per le nuove generazioni.

Il presente bando prevede un percorso di formazione e accompagnamento allo sviluppo delle idee imprenditoriali selezionate a cui si aggiunge un contributo economico alla nascita delle migliori start-up.

2. Il soggetto promotore

Il soggetto promotore sono le dieci Province toscane, coordinate da UPI Toscana, Fondazione Sistema Toscana in qualità di partner, Cna Toscana e Confcooperative Toscana, in qualità di associati.

3. Opportunità di formazione e di accompagnamento

Il presente bando prevede di sviluppare un percorso di formazione (40 ore) e accompagnamento ai giovani aspiranti imprenditori fino ad un massimo di 300 (fino ad un massimo di 30 per Provincia). Al termine del percorso formativo, tra coloro che avranno partecipato all’intero percorso di formazione, verranno selezionate un massimo di 150 idee imprenditoriali tra i partecipanti (fino ad un massimo di 15 per Provincia), che accederanno alla fase successiva di accompagnamento nel mondo dell’imprenditoria attraverso incontri con imprenditori, case studies, mentoring, e altre forme di coinvolgimento diretto nel mondo delle aziende.

Infine, dopo il percorso di accompagnamento, che avrà una durata complessiva di 80 ore, verranno selezionate le migliori 30 idee di start up (3 per Provincia) con un contributo pari a € 1.900 ciascuna (al lordo di ritenute di legge).

La Provincia di Prato si riserva di mettere a disposizione ulteriori somme per le migliori start up con sede esclusivamente nel proprio territorio, sulla base della selezione della commissione di valutazione di cui al punto 8 integrata con n. due membri indicati dalla Provincia.

4. Destinatari

Il Bando è rivolto a giovani di età compresa fra i 18 e i 35 anni. Le proposte potranno pervenire sia da singoli aspiranti imprenditori, che da gruppi associati su un’idea.

I requisiti anagrafici devono essere posseduti da tutti i candidati fino alla conclusione del percorso di selezione previsto dal Bando per il 28 febbraio 2014, a pena di esclusione.

In caso di selezione del progetto, al fine di ottenere il contributo finale, i singoli o i gruppi partecipanti vincitori dovranno costituirsi in impresa con sede legale in Toscana.

5. Le caratteristiche delle idee imprenditoriali proposte

Le idee imprenditoriali presentate potranno riguardare i più diversi campi di attività.

Ogni idea imprenditoriale, inoltre, deve essere connotata, tutta o in parte, dalle seguenti caratteristiche:

- Promuovere la creazione di nuovi posti di lavoro, soprattutto per i giovani

- Attivare e incrementare la capacità di relazione e interazione con soggetti terzi attraverso la costruzione di reti territoriali e reti on-line

- Ricercare forme innovative di progettazione, produzione, distribuzione e fruizione di beni e servizi, nonché dei prodotti sviluppati, siano essi tangibili che intangibili.

6. Come partecipare

I soggetti che intendono partecipare devono presentare e illustrare la propria idea imprenditoriale in maniera chiara, sintetica ed esaustiva.

Le idee imprenditoriali, con le caratteristiche di cui al precedente paragrafo 5, dovranno essere presentate, a pena di decadenza, dalla data di pubblicazione del bando fino al 7 febbraio 2014 ore 13.00 compilando l’apposito modulo di iscrizione direttamente on-line sul sito www.tagtoscana.it.

Per accedere alla fase di selezione sono richiesti, a pena di esclusione, i seguenti requisiti:

1. La compilazione e l’invio on-line di tutti i moduli richiesti entro e non oltre il termine fissato dal Bando

2. Il progetto presentato:

a. deve essere coerente con l’oggetto e le finalità del Bando

b. deve avere come finalità la creazione di una nuova impresa

3. I proponenti possono presentare un solo progetto

Devono essere allegati:

1. curricula di tutti i soggetti proponenti il progetto in formato pdf.

2. Presentazione dell’idea imprenditoriale

3. Un’ immagine o logo o marchio del progetto

4. Altre immagini o video di presentazione dell’idea (l’invio di questi materiali è facoltativo). I partecipanti potranno allegare i contenuti di cui al punto 4 inserendo i relativi links - laddove siano già stati pubblicati on-line, per esempio su youtube, vimeo, flickr etc. – nei campi appositamente dedicati del modulo di iscrizione, oppure potranno inviare detti contenuti via mail all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.).

Effettuata l’iscrizione, tutti i soggetti partecipanti sono invitati ad utilizzare la piattaforma TAGTOSCANA. In questo modo, i partecipanti potranno raccontare il proprio progetto, aggiungere altri contenuti e stimolare il dibattito sull’idea proposta. Tutti i contenuti pubblicati su TAGTOSCANA (immagini, video, altro materiale multimediale) saranno soggetti alle condizioni generali di servizio della piattaforma.

7. I criteri di valutazione

Le idee imprenditoriali candidate saranno valutate in base ai seguenti criteri:

1. Valore di innovazione: l’originalità del progetto con riferimento al contesto di intervento. Gli aspetti innovativi potranno essere riscontrabili in uno o più elementi del progetto, privilegiando in particolare gli aspetti di innovazione sociale (Punteggio massimo ottenibile 10 punti).

2. Sviluppo e creazione di lavoro: si terrà conto dell'impatto del progetto presentato anche in relazione alla potenziale creazione di nuovi posti di lavoro (Punteggio massimo ottenibile 10 punti).

3. Sostenibilità economica: al fine di garantire che il progetto possa mantenersi attivo ed efficiente, sviluppandosi nel medio-lungo periodo (Punteggio massimo ottenibile 10 punti).

4. Impatto ambientale: è considerato fattore rilevante la sostenibilità ecologica del progetto e se esso presenta benefici ulteriori rispetto allo status quo. (Punteggio massimo ottenibile 10 punti)

5. Capacità e curricula dei proponenti: verranno prese in considerazione capacità e particolari caratteristiche dei singoli proponenti (o dei gruppi), soprattutto in relazione alla coerenza con l'idea progettuale e agli aspetti motivazionali (Punteggio massimo ottenibile 10 punti).

Ciascuna idea progettuale potrà ottenere fino ad un punteggio massimo di 50 punti. La graduatoria finale verrà elaborata in ordine decrescente dal progetto che avrà ottenuto il massimo punteggio fino ai progetti che avranno ricevuto punteggi inferiori. Potranno accedere al percorso di formazione i primi 30 progetti per Provincia che avranno ottenuto il punteggio maggiore. La graduatoria potrà essere scorsa in caso di rinuncia scritta da parte dei partecipanti utilmente collocati nelle prime 30 posizioni della graduatoria.

8. Commissione di valutazione

I progetti verranno esaminati da una Commissione di valutazione, formata da esperti del settore individuati tra i partner di progetto, che selezionerà le idee progettuali presentate in funzione della loro corrispondenza ai requisiti del Bando e della loro intrinseca qualità. La valutazione della commissione è insindacabile e inappellabile.

9. Il percorso e il processo di valutazione

Il processo di selezione si articola in più fasi:

1. Requisiti di ammissibilità: a partire dalla data di pubblicazione sul sito www.upitoscana.it e fino al 7 febbraio 2014 alle ore 13.00, potranno essere inviate le proposte da parte dei candidati. Dall’8 febbraio 2014 verrà effettuata una valutazione di ammissibilità e coerenza con i requisiti del Bando.

2. Prima fase di selezione: entro Febbraio 2014, la Commissione selezionerà le idee imprenditoriali che sono in possesso dei requisiti previsti dal bando. Tra tali soggetti verranno individuati i 300 giovani che andranno a comporre il gruppo di 300 aspiranti imprenditori, ai quali sarà data comunicazione entro marzo 2014.

3. Formazione e accompagnamento alla creazione d’impresa: dalla fine di marzo 2014 alla fine di aprile 2014, verranno organizzati incontri di informazione e formazione sui territori per complessive 40 ore, a cui potranno accedere in via esclusiva i 300 giovani che hanno presentato le idee imprenditoriali selezionate dalla Commissione.

I giovani partecipanti verranno ulteriormente selezionati fino ad un massimo di 150, per accedere alla fase di accompagnamento e ulteriore formazione su base esperienziale diretta alla creazione d’impresa, che si svolgerà nel mese di maggio 2014 per complessive 80 ore.

4.Modalità di selezione: l’ulteriore valutazione si svolgerà sui criteri seguenti:

Frequenza alla prima fase di formazione;

Esercitazione valutativa;

Motivazione e aggiornamento idea imprenditoriale.

5. Selezione finale: tra i soggetti ammessi alla fase finale di accompagnamento verranno selezionati i migliori 30 (3 per ciascuna Provincia) sulla base dell’innovazione e della realizzabilità dell’idea imprenditoriale proposta. I 30 migliori verranno premiati con un rimborso spese documentato pari a € 1.900,00 (al lordo delle ritenute di legge ) che potrà essere destinato a:

- consulenze professionali

- compartecipazione alle spese iniziali di insediamento

- iscrizione al registro, P.Iva, etc. (chiavi in mano) curata da alcuni partners

- mobilità interna, nazionale e europea

- formazione accessoria (aspetti linguistici, giuridici, tecnici o tecnologici, etc.)

- altro da definire

I vincitori verranno avvisati direttamente per gli adempimenti previsti per ricevere l’incentivo.

6. Il percorso di accompagnamento: Le proposte imprenditoriali selezionate saranno accompagnate e assistite nel processo che porterà alla costituzione dell’impresa, che dovrà avvenire entro e non oltre il 31 ottobre 2014. Ogni progetto potrà usufruire di un’attività di consulenza a cura dei partner di progetto, in ambito fiscale, giuslavoristico e legale, oltre che di un’attività di tutoraggio e mentorship. Gli stessi soggetti saranno a disposizione anche per fornire ulteriori informazioni sulle opportunità e gli strumenti del mondo imprenditoriale Una volta costituite, le imprese si impegnano a inserire nei propri materiali di comunicazione e on- line il supporto fornito dal presente Bando e dal progetto “I GO!”.

10. Liberatoria

Con la partecipazione al presente Bando, i soggetti partecipanti autorizzano UPI Toscana, i partner e qualsivoglia altro soggetto coinvolto nella realizzazione di tale iniziativa, a pubblicare sul sito dedicato e sulle piattaforme dei partner una breve descrizione del progetto e/o i documenti presentati ai fini della partecipazione. Resta inteso che la suddetta liberatoria d’uso dell'idea imprenditoriale e/o dei documenti presentati ai fini della partecipazione al Bando viene concessa dai soggetti partecipanti a titolo gratuito, senza alcuna limitazione di carattere territoriale o frequenza d’uso, per intero o in parte, singolarmente o unitamente ad altro materiale e, per i contenuti liberamente pubblicati dai partecipanti su TAGTOSCANA, in conformità alla licenza e alle condizioni generali di servizio della stessa piattaforma.

11. Responsabilità del Committente

UPI Toscana e il partenariato del progetto “I GO!” non si assumono nessuna responsabilità per qualsiasi problema di accesso, impedimento, disfunzione o difficoltà riguardante gli strumenti tecnici, la trasmissione, la connessione e/o il collegamento internet che possa impedire ad un concorrente di partecipare al Bando e/o comunque di connettersi al sito web di iscrizione. Ogni dichiarazione falsa o incompleta implica l’esclusione immediata del soggetto proponente dal Bando. Sono da considerarsi esclusi dalla selezione i progetti non presentati entro il termine previsto, quelli presentati in forma parziale o comunque in contrasto con una qualsiasi regola del presente Bando. I soggetti proponenti sono inoltre invitati a non prendere contatto con i membri della Commissione di esperti, pena l’esclusione dal Bando stesso.

12. Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell'art. 18 del Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196.

Ai sensi del Decreto Legislativo n. 196/2003, i dati acquisiti in esecuzione del presente bando verranno utilizzati esclusivamente per le finalità relative al procedimento amministrativo per il quale i dati sono comunicati, secondo le modalità previste dalle leggi e dai regolamenti vigenti. Titolare del trattamento è il coordinatore del progetto.

13. Controversie

Qualsiasi controversia nascente dal presente bando sarà sottoposta ad un comitato arbitrale nominato da UPI Toscana.

Web Soft