Contenuto Principale
Italian Chinese (Simplified) English French German Japanese Portuguese Romanian Russian Spanish

Una notte al museo: 28 dicembre 2013

Sabato 28 dicembre 2013 torna Una notte al museo, progetto ideato dal Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, che prevede l’apertura in orario serale di alcuni luoghi d'eccellenza della cultura tra musei e aree archeologiche statali, arricchite da un programma di appuntamenti collaterali.


In collaborazione con la Direzione per la Valorizzazione e il concessionario (Opera Laboratori Fiorentini per Firenze Musei), il Polo Museale Fiorentino aderisce all’iniziativa aprendo, in orario non consueto (e a ingresso gratuito), alcuni dei più noti musei statali cittadini per i quali è comunque consigliata la prenotazione chiamando il numero 055-294883.

Dalle 19 alle 23 prolungherà l’orario di apertura la Galleria degli Uffizi (ultimo ingresso ore 22) nelle cui sale del Piano Nobile è in corso la mostra “Il Gran Principe Ferdinando de’ Medici (1663-1713) Collezionista e Mecenate”; sempre sabato dalle 19 alle 23 resterà aperta la Galleria dell’Accademia (ultimo ingresso ore 22.30), dove è in corso la mostra “Dal Giglio al David. Arte civica a Firenze fra Medioevo e Rinascimento”; infine il Museo delle Cappelle Medicee (ultimo ingresso alle 22.30), dopo il consueto orario di apertura (ore 8.15-13.50), riaprirà alle 19 e proseguirà sino alle 23.

APPUNTAMENTI COLLATERALI

Come nelle precedenti “Notti al Museo”, anche stavolta Opera Laboratori Fiorentini per Firenze Musei ha messo a punto un programma di appuntamenti collaterali che spaziano dal teatro alla musica.

La Galleria dell’Accademia propone un’intervista “impossibile” a uno dei quattro Prigioni di Michelangelo. A parlare – avendo per protagonista Pino Colizzi, una delle più apprezzate voci del teatro e del cinema italiani – sarà il Prigione Atlante a rispondere alle domande che gli porrà la giornalista Laura De Luca. A fatica, in quanto avviluppato nella sua prigione di marmo e di incompiutezza, il Gigante denominato Atlante racconta il suo dramma. Desideroso di una forma più definita, prigioniero del suo stesso destino, il Gigante sogna una consistenza umana di carne e sangue. E ci lancia il bruciante promemoria su quelle prigioni che ci portiamo dentro e nelle quali rinchiudiamo inconsapevolmente noi stessi, atrofizzando pensieri ed emozioni. L’appuntamento con “’Intervista impossibile al Prigione” è fissato per le 21.30 (prenotazioni al numero 055-294883).

Si rinnova alle Cappelle Medicee la possibilità di un’esclusiva visita itinerante alla Cripta, alla Sagrestia Nuova ed alla Cappella dei Principi del complesso monumentale di San Lorenzo, contrassegnata dai testi di contemporanei di Lorenzo il Magnifico, declamati da Paolo Lelli della compagnia Zauberteatro e tratti dal fortunato spettacolo “1492 – Libri di Lorenzo”. Alle 20 (con replica alle 21 e alle 22, prenotazioni al numero 055-294883) Francesco Guicciardini ci racconta i momenti che hanno preceduto la scomparsa di Lorenzo de’ Medici: da quel giorno del 1492 le sorti di Fiorenza (e dell'intera Europa) muteranno radicalmente. Da “tiranno illuminato” quale è, Lorenzo, nelle parole del Guicciardini, si manifesta quale promotore delle Arti e delle Scienze e vero ispiratore del Rinascimento italiano. Durante il suo “reggimento”, grande accoglienza e supporto Lorenzo offre, fra gli altri, a Marsilio Ficino: suo il brano del De Sole - che sarà recitato nella Sagrestia Nuova – nel quale si paragona, in simbolico raffronto, la magnificenza del sole, quale immagine divina, a quella della casata medicea. Sempre Ficino è l'autore di una lettera che il maturo filosofo scrive al giovane Lorenzo sull’importanza del tempo che fugge. Questa verrà recitata di fronte al monumento sepolcrale dello stesso Magnifico. Da qui la visita si sposterà nell'ampio spazio della Cappella dei Principi per un suggestivo commiato, dal De hominis dignitate di Giovanni Pico della Mirandola, che possiamo considerare un vero “manifesto” del Rinascimento: la supremazia del “libero arbitrio” alla base del rinnovato homo novus.

In particolare a Firenze saranno aperti:

  • Galleria degli Uffizi
  • Galleria dell'Accademia - performance di danza a cura della Florence Dance Company - Artistic Direction Marga Nativo e Keith Ferrone - nella Tribuna del David di Michelangelo. Contaminazione tra due diverse forme di espressione artistica tra passato e presente: dialogo tra scultura rinascimentale e danza contemporanea
  • Museo delle Cappelle Medicee - Zauberteatro propone, per questa occasione all'interno del complesso monumentale Laurenziano, un estratto del proprio spettacolo 1492 - libri di Lorenzo, dedicato alla figura di Lorenzo il Magnifico, prodotto in occasione, nel 1992, del 500esimo anniversario della sua morte. Non parla Lorenzo: si parla di Lorenzo. Attraverso i testi di suoi contemporanei, dallo storico Guicciardini al filosofo Ficino, dal politico Pico della Mirandola all'oppositore Savonarola, si cerca di pennellare un ritratto di uno dei personaggi che, indubbiamente, ha maggiormente contribuito alla transizione nell'era moderna della nostra città, dell'Italia intera e, riteniamo, dell'Europa tutta

(Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, comunicato stampa 21 dicembre 2013)


Web Soft
Ricerca / Colonna destra

Pubblica la tua foto su ToscanaGo

Notizie collegate

CONDIVIDI L'ARTICOLO SU

SEGUICI SU

Forum


Il forum gratuito di ToscanaGo
(accedi con password di registrazione al sito)