Contenuto Principale
Italian Chinese (Simplified) English French German Japanese Portuguese Romanian Russian Spanish

Le 10 migliori gelaterie della Toscana

Gelato artigianale: dove mangiarlo in Toscana, terra dove il gelato è stato inventato oltre 400 anni fa da Bernardo Buontalenti in occasione del banchetto di nozze tra Maria de' Medici e il re francese Enrico IV.

Ci sono due personaggi toscani più o meno noti al cui nome è legata la storia della moderna gelateria.

Il primo è il macellaio fiorentino Ruggeri, grande appassionato di cucina, il quale, dopo aver vinto la gara "Il piatto più singolare mai visto" indetta alla corte dei Medici tra i migliori cuochi della Toscana, fece furore grazie ad un preparato "gelato" di sua invenzione realizzato con frutta, panna e zabaione in occasione delle nozze tra Caterina de' Medici ed Enrico d'Orleans (matrimonio avvenuto il 28 ottobre 1533).

L'altro personaggio, più famoso, è Bernardo Buontalenti (architetto, pittore e scultore nato a Firenze: progettò tra le altre Villa La Ferdinanda ad Artimino) al quale veniva spesso affidata dai Medici l'organizzazione di eventi di corte in cui l'artista impiegava il suo estro creativo nella realizzazine di scenografie, rappresentazioni teatrali, spettacoli pirotecnici. Buontalenti ideò il gelato per stupire gli ospiti in occasione del banchetto di nozze tra Maria de' Medici e il re di Francia, Enrico IV, matrimonio che ebbe luogo il 17 dicembre 1600. Sempre a Buontalenti, che già aveva progettato le famose "ghiacciaie" (ve ne erano in via delle Ghiacciaie ed anche nel giardino di Boboli usate per la conservazione del cibo), risale anche l'invenzione della prima macchina per fare il gelato: incaricato dai Medici di organizzare "festini da far rimanere come tanti babbei gli stranieri, spagnoli per giunta" in occasione della venuta in città di una delegazione dell'ambasciata spagnola, Bernardo Buontalenti stupì gli ospiti non solo con coreografie e giochi pirotecnici ma anche prendendoli per la gola grazie ad una macchina di sua invenzione con la quale aiutà i cuochi di corte nella preparazione di sorbetti innovativi che di fatto si rivelarono molto simili al gelato moderno in quanto realizzati attraverso la mantecazione di ghiaccio ed ingredienti vari con pale che ruotavano all'interno di un cilindro grazie al movimento impresso da una manovella. Fu proprio Buontalenti per primo nella storia ad inserire nel processo di refrigerazione ingredienti come le uova e il latte. Sua è infine l'invenzione del gusto "crema Buontalenti": nel 1595 terminarono i lavori per la realizzazione del Forte Belvedere, progettato da Buontalenti, e ci fu un banchetto inaugurale nel quale l'architetto fiorentino presentò anche una sua crema refrigerata a base di latte, miele, tuorlo d’uovo e vino aromatizzata con essenze di scorza di arancia, bergamotto e limone. Da quella creazione deriva la famosa crema fiorentina che ancora oggi potete trovare in alcune gelaterie del centro storico di Firenze.

In entrambi i casi si tratta ovviamente di preparati non proprio uguali al moderno gelato (anche per motivi tecnici e tecnologici) ma comunque molto "simili" e che fanno capire come attorno alla Toscana ruoti una delle invenzioni culinarie più amate da ciascuno di noi.

Dal 1600 ad oggi di acqua sotto i ponti ne è passata moltissima e l'arte gelatiera si è notevolmente evoluta migliorandosi: la Toscana resta ancora una delle "terre" d'Italia dove si trovano i migliori maestri gelatieri del mondo, che producono il gelato in maniera assolutamente artigianale ed utilizzano prodotti freschi di altissima qualità.

Ecco le 10 migliori gelaterie secondo ToscanaGo:

  • 01. Siena - Gelateria Dondoli: si trova a San Gimignano (piazza della Cisterna, 4) ed è una delle gelaterie più famose al mondo. Sergio Dondoli è un creativo e sperimenta continuamente nuovi gusti miscelando prevalentemente ingredienti tipici del territorio, alcuni dei quali divenuti molto noti: dallo Champelmo realizzato con spumante di Vernaccia di San Gimignano® e pompelmo rosa (premiato da Gambero Rosso come miglior gelato 2006) alla crema di Santa Fina® (crema all’arancia aromatizzata con bacche di vaniglia Bopurbon del Madagascar, pistilli di zafferano di San Gimignano e pinoli di Pisa.) fino al gusto Gorgonzola e noci di Sorrento.

  • 02. Arezzo - Geliterraneo: una gelateria nata nel 1997 che nella scelta dei prodotti, possibilmente biologici, segue il corso delle stagioni. Favoloso il gusto alla Castagna perella di Pratomagno, un frutto a chilometri zero caratterizzato da piccole dimensioni e un colore marrone chiaro con striature scure. Si trova nel caratteristico borgo di Loro Ciufenna

  • 03. Firenze - Vivoli: fondata ufficialmente nel 1932, è probabilmente la più antica gelateria di Firenze ancora in attività. Si trova in via dell’Isola delle Stinche 7/R. Da provare la crema all'arancio e la mousse al croccantino. Il 25 luglio 2014 sono stati lanciati, in collaborazione con l'Antica Macelleria Falorni di Greve in Chianti, tre particolarissimi gusti: gelato al melone con prosciutto, gelato al fico con la finocchiona e gelato al miele con il pecorino scoprili qui.

  • 04. Arezzo - Il Cioccolato di Carlo: dal 1992 Carlo Viti è famoso a Monte San Savino (corso Sangallo, 22) per il suo gelato artigianale ottenuto con frutta fresca di stagione e prodotti liberi da OGM e da grassi vegetali idrogenati.

  • 05. Grosseto - Cremeria Corradini : si trova a Castiglione della Pescaia (corso della libertà, 45) e propone gusti classici affiancati da gusti originali come Champagne, pinoli tostati e molti toscanissimi come il gusto alla Castagna dell'Amiata, "Vin santo e cantuccini", Panforte, Ricciarelli, Fiordilatte del Mugello.

  • 06. Lucca - De' Coltelli: frutta fresca di stagione, materie prime biologiche (latte, panna, uova) e assenza di aromi di sintesi, coloranti e stabilizzanti chimici. Doppio punto vendita a Lucca (via San Paolino, 10) e Pisa (lungarno Pacinotti, 23). Da provare: il cioccolato De Bondt con scorze d'arancia candita e il fiordilatte alla ricotta di pecora di San Rossore.

  • 06. Pisa - De' Coltelli: frutta fresca di stagione, materie prime biologiche (latte, panna, uova) e assenza di aromi di sintesi, coloranti e stabilizzanti chimici. Doppio punto vendita a Lucca (via San Paolino, 10) e Pisa (lungarno Pacinotti, 23). Da provare: il cioccolato De Bondt con scorze d'arancia candita e il fiordilatte alla ricotta di pecora di San Rossore.

  • 07. Firenze - Carabé: marchio fondato dai siciliani Antonio e Loredana Lisciandro, è oggi una delle più rinomate gelaterie di Firenze con due punti vendita in città (via Ricasoli, 60 e piazza San Jacopino, 9) e due "succursali", una in Versilia a Forte dei Marmi (via Padre Ignazio da Carrara, 23/R) e una nella zona di Arezzo a Terranuova Bracciolini (via Piantravigne, 64).

  • 08. Firenze - Gelateria Perchè No: gelato artigianale che viene preparato fresco ogni giorno (gusti non sempre tutti disponibili). Da provare: tè verde Mat-Cha e fiordilatte con sesamo e miele di castagno. Si trova in via dei Tavolini, 19/R.

  • 09. Pistoia - Cioccolato and Company: la piccola cioccolateria di Massa e Cozzile (via Bruceto, 4) è anche gelateria artigianale ed offre il cono, senza aggiunta di sovrapprezzo, con "decorazione" interna al cioccolato fondente o alla nocciola. Buonissime le creme e, ovviamente, il cioccolato fondente.

  • 10. Firenze - Carapina: due punti vendita (via Lambertesca, 18 e piazza Oberdan, 2) per una gelateria che crea il proprio gelato seguendo il corso delle stagioni per la scelta delle materie prime.

Interessanti, da provare, anche le seguenti gelaterie:

  • Borgo a Mozzano (Lucca) - La Gioia del Gelato: se andate in Garfagnana e passate dal Ponte della Maddalena (più noto come Ponte del Diavolo) potete fare una fermata in via I Maggio, 34 dove troverete una piccola gelateria artigianale che usa prodotti di stagione. Noi abbiamo provato due gusti, entrambi squisiti: la crema all'arancia e il gusto con base di mandorla, marmellata di fichi e croccante.

  • Buggiano (Pistoia) - Ultimo Kilometro: piccola gelateria artigianale di provincia che utilizza per le sue creazioni materie prime di qualità. Da provare: grappa e pere, il gusto "speciale" Mamma Mia (ricotta variegata con marmellata di fichi e scorze caramellate di limone) e il bizzarro Amarula ottenuto con un liquore estratto da bacche selvatiche di cui si nutrono gli elefanti. Si trova in via Pistoiese 108/G.

  • Firenze - Edoardo, il gelato biologico: una piccola gelateria artigianale con ingredienti biologici genuini e cialde croccanti fatte sul momento. Un po' caro ma buono. Si trova in piazza del Duomo 45/R. Da provare il gelato alla cannella e il sorbetto al Chianti.

  • Firenze - Gelateria della Passera: gelateria artigianale che utilizza ingredienti freschi e prodotti a km zero. Si trova in via Toscanella 15/R. Gusti da provare: Carezza (camomilla, latte di mandorle di Avola e miele di acacia), Crema ai 7 profumi (crema con uova, cannella, anice Stellato, chiodi di Garofano Zest di arancia e limone, vaniglia bourbon) e Messer Brunelleschi (mascarpone, miele di acacia e stracciatella di pistacchio del Bronte).

  • Firenze - Il Sorriso: materie prime di alta qualità e prodotti tipici anche toscani, come il gelato ai pinoli di Pisa. Si trova a Firenze Sud, in via Erbosa 70. Da provare la crema Buontalenti e il cioccolato superfondente.

  • Livorno - Caprilli Gelateria Naturale: si trova in viale Italia, all'angolo con via dei Funaioli. Il gelato è prodotto con ingredienti naturali, frutta fresca di stagione e materie prime spesso a chilometri zero (ad esempio utilizzano i pinoli del vicino parco di San Rossore). Hanno gusti anche molto particolari come il Ponce alla Livornese. Il nostro preferito è la crema Caprilli: uova fresche biologiche, aromatizzazione al bergamotto e mandorle e nocciole caramellate. Eccellente anche il gusto Zafferano.

  • Lucca - Paniko: si trova via San Girolamo, 28 ed è una gelateria artigianale a conduzione famigliare. Suggeriamo i gusti mango, torta di mele, ricotta fichi e noci, ma soprattutto il must della casa, il gusto "Mille e una notte" (con zafferano, acqua di rose e pistacchio) che richiama le origini della famiglia in un delicato connubio con l'Italia.

  • Lucca - Cremeria Opera: si trova in viale Luporini, n. 951 e offrono un prodotto naturale creato ogni giorno nel laboratorio "a vista" dove è possibile vederlo nascere. Suggeriamo i gusti Cioccolato del Dottore e Sesto Senso. Interessante anche il gusto Gigliola ideato usando un altro prodotto locale, la birra artigianale del vicino Birrificio Birroir.

  • Marina di Campo (isola d'Elba) - Ghibli: gelateria artigianale che produce gelato realizzato con frutta fresca e di stagione. Gusto della casa è il cremino. Molti gusti tradizionali ai quali si affiancano gusti particolarissimi come la Crema Madagascar (realizzata con valinglia del Madagascar e copertura al pistacchio di Bronte), la crema di whiskey irlandese o il gusto "Risotto alla milanese". Ottime anche le granite (in particolare quelle di anguria e melone sono fatte con frutta proveniente da una loro coltivazione biologica).

  • Marina di Grosseto - Chiccheria: gelateria artigianale (e Scuola di Gelato Naturale), utilizza solo frutta fresca e di stagione, acqua oligominerale naturale come base per i sorbetti, creme realizzate partendo da latte fresco biologico o da agricoltura integrata, uova fresche biologiche ed eccellenze sia italiane come la nocciola tonda delle Langhe sia straniere come una selezione dei migliori cacao raw non potassato e il caffè equo-solidale dal centro America. Si trova in via Toscanella 15/R. Da provare: il Cioccolato al sale rosa e caramello, la dolce ricotta con ricotta fresca del caseificio Fiorino di Roccalbegna (Grosseto) e miele di castagno di Maremma, lo zabaione al Vin Santo Chianti DOCG e cantuccini artigianali, il sorbetto ai lamponi biologici con rosmarino locale.

  • Monsummano Terme (Pistoia) - Gelateria Natalino. Si trova in via Toti, n. 53 (telefono: 0572/51257) e, dal 2014, anche a Montecatini Terme (Pistoia) in via Verdi n. 7. Il pezzo forte sono i gusti tradizionali, preparati con ingredienti fresci e in maniera artigianale: da provare assolutamente la crema, il pistacchio e i gusti alla frutta.

  • Prato - Gelateria La Torre: piccola gelateria artigianale di provincia che si trova all'entrata del borgo di Artimino, proprio dietro la torre dell'orologio. Gusto da provare: brigidino.

In Toscana è anche nato il Gelato Festival, un evento itinerante dedicato al gelato che si svolge ogni anno in quattro città italiane: Firenze (ovviamente), Milano, Roma e Torino.

(ToscanaGo, 14 ottobre 2017)

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Web Soft