Contenuto Principale
Italian Chinese (Simplified) English French German Japanese Portuguese Romanian Russian Spanish

50 giorni di cinema internazionale a Firenze 2015

La IX edizione della rassegna di cinema internazionale a Firenze, organizzata per Regione Toscana da Quelli della Compagnia FST, si terrà dal 29 ottobre al 13 dicembre presso il Cinema Odeon. Apre il nuovo cinema francese di France Odeon. Novità di quest'anno, una quattro giorni sul Cinema Ritrovato. Confermati in cartellone 9 festival internazionali.

Si rinnova, dal 29 ottobre al 13 dicembre 2015, l'appuntamento con la rassegna di cinema internazionale più grande d'Italia, la 50 Giorni, organizzata per Regione Toscana da Quelli della Compagnia di Fondazione Sistema Toscana al cinema Odeon di Firenze.

In cartellone 9 festival internazionali, oltre 150 titoli di film, tra lunghi, corti, documentari, cinema d'artista, animazione e un cartellone ricco di eventi, come incontri con gli autori, anteprime, tavole rotonde, festival talk, workshop, mostre e performance musicali.

Grande apertura quest'anno con la VII edizione di France Odeon, che porterà a Firenze, dal 29 ottobre al 1 novembre, il meglio del cinema francese contemporaneo, alla presenza dei protagonisti. Uno dei festival più glam della 50 Giorni, che ha fatto sfilare sul palco dell'Odeon registi e attori del calibro di Laura Morante, Sabine Azéma, Charles Aznavour, Franck Dubosc, Luca Zingaretti, Toni Servillo, Pippo Delbono, Caterina Murino, Claudio Santamaria, solo per citarne alcuni.

Dal 2 al 4 novembre si prosegue con le sonorità etniche restituite sul grande schermo da Immagini e Suoni del Mondo. Festival del Film Etnomusicale, che porta il meglio dei documentari prodotti negli ultimi anni: dal giamaicano Rocksteady. The Roots of Reggae, di Stascha Bader, al serbo Brasslands, del Meerkat Media Collective; dall'argentino Midsummer Night’s Tango, di Viviane Blumenschein, fino al maliano They Will Have to Kill Us First: Malian Music in Exile, di Johanna Schwartz.

Dal 5 al 10 novembre sarà di scena l'universo femminile, con il Festival Internazionale di Cinema e Donne. Un festival con una grande tradizione, arrivato alla 37esima edizione, che dopo aver ospitato a Firenze lo scorso anno i film impegnati di Margarethe von Trotta, continuerà il viaggio nel cinema realizzato dalle donne: produttrici, registe, attrici e sceneggiatrici, alle quali verranno attribuiti i riconoscimenti del festival, Il Premio Sigillo per la Pace e il Premio Gilda.

Il cinema a tematica LGBTI sarà di nuovo protagonista, dall'11 al 17 novembre, del Florence Queer Festival. Oltre al bel focus sull'uguaglianza e la dignità del popolo arcobaleno, il festival non mancherà di portare alla 50 Giorni i colori e i ritmi del frizzante mondo queer, con l'anteprima del Principe Maurice: tribute, di Daniele Sartori, nel quale l'icona della nightlife degli anni Novanta si racconta in modo inedito.

Il cinema d'artista e i film sull'arte contemporanea de Lo Schermo dell'Arte Film Festival, in cartellone alla 50 giorni dal 18 al 22 novembre, sono tra i più attesi da un pubblico attento alle nuove tendenze artistiche internazionali. Quest'anno, focus dedicato al regista tedesco Harun Farocki, con l'anteprima del suo ultimo lavoro, Parallel I-IV. Annunciate, inoltre, la presenza a Firenze della visual artist e filmmaker Runa Islam e l'anteprima del film Jan Fabre: Beyond The Artist, di Giulio Boato, lo stesso regista che sta seguendo il maestro belga nel suo spettacolo-evento Mount Olympus/24h, la nuova opera lunga un giorno intero che ha appena debuttato al Troubleyn di Anversa.

Il giro di boa della 50 Giorni corrisponderà quest'anno con una delle più importanti novità: una quattro giorni, dal 23 al 26 novembre, dedicata al Cinema Ritrovato, organizzata con la Cineteca di Bologna, a suggello di una collaborazione pluriennale grazie alla quale sono stati proiettati nelle sale fiorentine alcuni dei più bei titoli della storia del cinema, restaurati dalla fondazione bolognese. Il più importante evento della 50 Giorni dedicato al cinema del reale, il Festival dei Popoli. Festival Internazionale del Film Documentario, 56esima edizione, si terrà dal 27 novembre al 4 dicembre, con una ricca proposta di film che comprende la produzione recente, gli omaggi ai documentaristi, le retrospettive e gli incontri con cineasti di tutto il mondo. In programma il Concorso Internazionale con documentari inediti in Italia; Panorama, concorso dedicato alle produzioni italiane; I Mestieri del Cinema, incentrato sull'opera dell'autore polacco Wojciech Staron; la sezione Filmmaker in Focus, dedicata all'autrice peruviana Mary Jimenez. Confermato anche l'appuntamento con Doc at Work, il mercato per la coproduzione internazionale del documentario, che propone lezioni e workshop tenuti da rinomati professionisti europei.

Le immagini, i volti, i paesaggi e le storie della società indiana di oggi, arriveranno di nuovo a Firenze grazie al River to River Florence Indian Film Festival, l'unico festival italiano interamente dedicato al cinema indiano, che si terrà nel cartellone della 50 Giorni dal 5 al 10 dicembre. Quest’anno il festival festeggia i suoi 15 anni con una nuova sezione: Indian Video Art, nata dalla collaborazione con la Biennale d’Arte di Kochi-Muziris, prestigiosa rassegna d’arte contemporanea dell'omonima città del Kerala. Indian Video Art proporrà alcune opere dei più importanti videoartisti indiani, protagonisti della scena internazionale, selezionate dai curatori della Biennale indiana.

Le ultime battute della 50 Giorni saranno dedicate al cinema finlandese e al nuovo cinema italiano. Il primo sarà rappresentato dalla VII edizione di Una finestra sul Nord, in programma dall'11 al 13 dicembre, che porterà di nuovo a Firenze le opere uno dei nomi di punta della cinematografia finlandese, Dome Karukoski, di cui sarà proiettata la sua ultima commedia, Mielensäpahoittaja (The Grump, 2014).

Il secondo sarà invece il protagonista assoluto del Premio N.I.C.E. Città di Firenze, curato dal Festival N.I.C.E., che da ventiquattro anni porta il nuovo cinema italiano nel mondo, nelle tappe festivaliere di Mosca, San Pietroburgo, New York, Washington DC, San Francisco e Philadelphia. Il NICE quest'anno promuove nel mondo la Toscana, con i film girati nella regione, come Maraviglioso Boccaccio, dei fratelli Taviani. Il Giovane favoloso, di Mario Martone, Il Racconto dei Racconti, di Matteo Garrone. A San Francisco il pubblico, con cartoline-voto, decreterà il film vincitore del Premio N.I.C.E. Città di Firenze, che verrà poi premiato sul palco dell'Odeon, alla presenza del regista, il 13 dicembre, nella serata di gala conclusiva della 50 Giorni 2015.

Tra i principali partner della 50 Giorni, il Comune di Firenze e l'Ente Cassa di Risparmio di Firenze, che sostengono l'iniziativa.

(50 giorni di cinema, comunicato stampa 10 luglio 2015. Info: www.50giornidicinema.com)


Web Soft