Contenuto Principale
Italian Chinese (Simplified) English French German Japanese Portuguese Romanian Russian Spanish

Preziosa 2015

Martina Dempf jewellery objectGrandi nomi della gioielleria contemporanea riuniti a Firenze dal 28 maggio al 3 giugno per la settimana della FJW / Florence Jewellery Week tra cui PHILIP SAJET, XAVIER MONCLUS, MARTINA DEMPF, BARBARA SCHMIDT, con eventi, incontri, mostre e workshop che coinvolgeranno alcuni luoghi dell'Oltrarno e di Santo Spirito, cuore del centro storico artigiano fiorentino.

LAO – Le Arti Orafe Jewellery School in occasione dei festeggiamenti per i 30 anni di attività, presenta il progetto Florence Jewellery Week, una settimana di confronti ed incontri interamente dedicata alla creazione orafa e alle complesse relazioni tra ricerca artistica, artigianato e design.

Il progetto vuole contribuire a riavvicinare queste realtà, mettendo a confronto il lavoro di alcuni artisti e designers europei, cinesi e russi, e ospiterà due sezioni speciali, una dedicato all'Africa, e l'altra all'India, con gioielli in mostra, presentazioni, e artigiani che eseguiranno dimostrazioni dal vivo, secondo le antiche tradizioni.

L'evento è realizzato col Patrocinio del Comune di Firenze - Assessorato allo Sviluppo Economico, Turismo e città metropolitana, Regione Toscana, MIBAC, Expo 2015 Milano e con la collaborazione di OmA Firenze, CNA Firenze, Oltrarno Promuove, Fondazione Ente CR Firenze, Associazione Via Maggio, Associazione Amici di Boboli, Associazione Amici di S. Spirito e Istituto Pio X Artigianelli.

Dal 28 maggio al 3 giugno si darà vita a un ricco programma che si snoderà tra mostre, incontri, lectures, performances e workshops tenuti da artisti, designer, storici e curatori del gioiello di fama internazionale, tra cui Martina Dempf, Barbara Schmidt, Maria Cristina Bergesio, Philip Sajet, Xavier Monclus. Inoltre, saranno riuniti i lavori di 5 giovani talenti provenienti da tutto il mondo, vincitori del concorso internazionale PREZIOSA YOUNG 2015: Han Sang Deok, Jie Sun, Tithi Kutchamuch, Seoyeon Lee, Daniela Hedman. L'evento coinvolgerà alcuni dei luoghi più suggestivi e poco conosciuti dell'Oltrarno - uno dei quartieri più autentici della città e cuore dell'artigianato e della conservazione delle arti e dei mestieri - come la Fondazione Salvatore Romano, le Leopoldine, l'Istituto dei Bardi, il Liceo Artistico Statale di Porta Romana, la Galleria ZetaEffe di via Maggio, oltre che i locali di LAO e del Complesso degli Artigianelli in via dei Serragli.

Bifei Cao, An action of weaving, 2014

Il progetto è anche un omaggio a Firenze, città che vanta un passato glorioso grazie alle sue storiche "botteghe" e alle ineguagliabili glorie artistiche. Qui ancora sopravvivono molte eccellenze che operano in ambito artigianale e LAO inviterà alcuni dei migliori artigiani fiorentini a eseguire dimostrazioni dal vivo e organizzerà visite guidate in alcuni laboratori artigianali, i cui indirizzi saranno raccolti in una mappa che sarà distribuita ai visitatori della manifestazione.

Sarà anche l'occasione per riflettere sugli aspetti culturali legati al concetto di identità/diversità, uno dei temi portanti del dibattito degli ultimi anni. Infatti, in alcune aree geografiche del nostro pianeta, come Africa e India, l'artigianalità rappresenta ancora un aspetto fondamentale della vita sociale, i manufatti sono correlati con i riti familiari e di clan, con status sociali, ricorrenze laiche e religiose, e i materiali, così come i processi di lavoro, sono rimasti pressoché immutati.

Negli ultimi anni moltissimi giovani hanno riscoperto il valore di saperi e competenze tradizionali, scegliendo di dedicarsi ad attività manuali e creative, anche grazie allo sviluppo di nuove tecnologie, all'ampio utilizzo di materiali alternativi e alle innovazioni della sperimentazione artistica, e grazie al lavoro di scuole come LAO, che hanno saputo coniugare l'acquisizione di solide competenze professionali, la conoscenza delle tecniche tradizionali, la sperimentazione contemporanea.

LAO è stata la prima scuola di oreficeria in Italia: per festeggiare il trentennale della fondazione, sarà organizzato un incontro tra ex allievi di diverse generazioni provenienti da ogni parte del mondo, che sono rimasti emotivamente legati alla scuola e alla città di Firenze. L'incontro prevede una tavola rotonda e scambi culturali attraverso il racconto delle esperienze professionali dei partecipanti nei diversi Paesi di appartenenza.

(Preziosa, comunicato stampa)


Martina Dempf jewellery object

Web Soft
Ricerca / Colonna destra

Pubblica la tua foto su ToscanaGo

CONDIVIDI L'ARTICOLO SU

SEGUICI SU

Forum


Il forum gratuito di ToscanaGo
(accedi con password di registrazione al sito)