Contenuto Principale

Meningite: approvato il vaccino gratis 11-45 anni

Approvata questa mattina la delibera contenente le misure adottate dalla Regione Toscana per il piano di prevenzione della meningite tramite somministrazione gratuita del vaccino antimeningococcico tetravalente ACWY.

La campagna di vaccinazione costerà alla Toscana circa 9 milioni di euro e prevedela somministrazione gratuita del vaccino a tutti i ragazzi tra 11 e 20 anni nonchè a tutti i soggetti di età 21-45 anni frequentatori delle comunità in cui, nell'anno 2015, si è verificato un caso di sepsi/meningite da meningococco C (ossia quasi tutte le province toscane, in sostanza i residenti nei comuni di competenza delle Asl di Arezzo, Empoli, Firenze, Lucca, Pisa, Pistoia e Prato).

Questi i punti previsti dalla delibera del 27 aprile 2015:

1. integrare e modificare il calendario vaccinale regionale approvato con deliberazione della Giunta Regionale n. 367/2015, offrendo attivamente e gratuitamente la vaccinazione con vaccino antimeningococcico tetravalente ACWY ai ragazzi dall'11° anno fino al compimento del 20° anno;

2. offrire la vaccinazione gratuita con vaccino antimeningococcico tetravalente ACWY ai soggetti ai quali viene fatta profilassi in quanto contatti di un caso di meningococco C;

3. offrire la vaccinazione gratuita con vaccino antimeningococcico tetravalente ACWY nella fascia di età 21-45 anni ai soggetti frequentatori delle comunità in cui, nell'anno 2015, si è verificato un caso di sepsi/meningite da meningococco C;

4. approvare il documento "Calendario vaccinale della Regione Toscana e direttive in materia di vaccinazioni. Aggiornamento aprile 2015", parte integrante e sostanziale del presente provvedimento, contenente quanto stabilito al precedente punto 1);

5. stabilire che per tutto l'anno 2015, il vaccino antimeningococcico tetravalente ACWY venga reso disponibile gratuitamente e su richiesta, nella fascia di età 21-45 anni nelle Aziende USL nelle quali si è verificato un caso di meningite del ceppo C;

6. effettuare un monitoraggio costante dei ceppi circolanti attraverso la genotipizzazione da effettuarsi presso il Laboratorio di Immunologia dell'AOU Meyer;

7. stabilire che la vaccinazione antimeningococcica venga resa disponibile presso i servizi pubblici territoriali (Igiene e Sanità Pubblica e Distrettuale), medici di medicina generale e pediatri di famiglia;

8. impegnare le Aziende Sanitarie a dare piena attuazione agli indirizzi contenuti nelle direttive oggetto del presente provvedimento.

(ToscanaGo, 27 aprile 2015)

Web Soft
Ricerca / Colonna destra

CONDIVIDI L'ARTICOLO SU

SEGUICI SU