Contenuto Principale

Expo: a Firenze la prima mappa delle vie del gusto

Firenze, Palazzo VecchioLunedì 27 aprile all'Hotel Baglioni, a Firenze, il Presidente Nazionale Coldiretti Roberto Moncalvo ha inaugurato il salone dei "Souvenir più gettonati dai turisti stranieri". Ecco "Farmers for you", la prima app che dice dove mangiare o dormire dagli agricoltori.

FOTO COPYRIGHT TOSCANAGO © RIPRODUZIONE RISERVATA

La prima analisi sulle vie del gusto che seguiranno i turisti stranieri in arrivo in Toscana per l’Expo 2015 con le motivazioni prevalenti del viaggio, le destinazioni più gettonate, i souvenir preferiti e la spesa a tavola sarà diffusa lunedì 27 aprile alle ore 9,30 all’ Hotel Baglioni in Piazza dell'Unità Italiana a Firenze in Toscana per la riconosciuta attrattività all’estero per l’offerta enogastronomica ed ambientale, come emerge dalla studio su tutte le realtà regionali presentato nell’occasione, con l’allestimento del salone “Souvenir più gettonati dai turisti stranieri” (info su www.toscana.coldiretti.it).

I prodotti tradizionali censiti nelle diverse regioni, la rete degli agriturismi diffusa sul territorio nazionale, i mercati e le fattorie dove acquistare direttamente dagli agricoltori esclusivi souvenir ma anche l’offerta di vini Docg/Doc e di specialità Dop/Igp riconosciuta dall’Unione Europea saranno al centro della prima “Mappa delle vie del gusto” realizzata esclusivamente per l’Expo 2015 che sarà illustrata dal presidente della Coldiretti Roberto Moncalvo con la presentazione per l’appuntamento di Milano di “Farmers for you” la prima App per indicare ai visitatori italiani e stranieri dove dormire, mangiare o acquistare prodotti direttamente dagli agricoltori in oltre 10mila punti di Campagna Amica in tutta Italia.

L’ospitalità italiana per i turisti in arrivo per l’Expo si caratterizza per i primati conquistati daI Made in Italy agroalimentare con la maggiore varietà di prodotti tradizionali, il numero più elevato di certificazioni a livello comunitario, la leadership nel numero di imprese che coltivano biologico, ma la minor incidenza di prodotti agroalimentari con residui chimici fuori norma,senza dimenticare il fatto che l’agricoltura italiana è tra le più sostenibili dal punto di vista ambientale per la ridotta emissione di gas ad effetto serra. Risultati che hanno permesso all’Italia di conquistare la leadership mondiale nel turismo enogastronomico che è la principale leva che spinge a visitare il Belpaese.

(Coldiretti Toscana, comunicato stampa 24 aprile 2015, n. 104)

FOTO COPYRIGHT TOSCANAGO © RIPRODUZIONE RISERVATA

Web Soft