Contenuto Principale
Italian Chinese (Simplified) English French German Japanese Portuguese Romanian Russian Spanish

Cortonantiquaria 2015

Dal 22 agosto al 6 settembre l'antiquariato a Cortona è un viaggio nel tempo che giunge alla cinquantatreesima edizione: dai leggendari faraoni egizi ai geni della pittura del novecento l'arte torna a popolare la città cuore della Val di Chiana per un appuntamento diventato immancabile.

Cortona, antica polis etrusca e oggi uno dei borghi più affascinanti e trendy della Toscana, torna ad offrire per 15 giorni la passeggiata d’estate più bella e suggestiva fra mobili pregiati, dipinti, tappeti antichi, sculture e oggetti da collezione.

Cortonantiquaria rappresenta un evento di grande valore per il mercato antiquario italiano, la cui longevità straordinaria, la qualità dell’offerta espositiva e la ricchezza delle proposte culturali che la costellano, la posizionano tra gli appuntamenti più prestigiosi d’Italia fra quelli legati al mondo dell'arte e dell'antiquariato.

Un appuntamento da non mancare, unico nel suo genere che ormai è quasi di moda nel calendario di fine estate per la ormai nota capacità di coniugare felicemente il fascino specialistico delle opere di antiquariato con una pluralità di iniziative collaterali suggestive, inedite, curiose e talvolta irriverenti e con eventi mondani e più “leggeri”.

Un evento, dunque, a 360° che offre a tutti i visitatori la possibilità di avvicinarsi all’arte e all’antiquariato da amateur o da semplici curiosi, ma che rappresenta una tappa quasi obbligata anche per i collezionisti d’arte più esperti ed esigenti grazie alla presenza in mostra di pezzi rari e pregiati rigorosamente controllati dal Comitato vetting.

Il percorso espositivo globale della 53° edizione si svilupperà nelle due prestigiose location di Palazzo Vagnotti e Palazzo Casali, due gioielli dell’architettura cortonese ubicati nel cuore della cittadina medievale.

Palazzo Vagnotti, chiuso al pubblico durante l’inverno, torna a vivere proprio nei giorni della mostra ospitando la tradizionale mostra antiquaria allestita in sale che racchiudono il fascino di storie, stili, gusti diversi in grado di esaltare le diverse personalità e professionalità degli espositori come in un “grand hotel” dell’antiquariato.

Ogni stanza rappresenta un mondo a sé lungo un percorso unico, quest’anno reso quasi museale da una esposizione pittorica volta a raccontare le diverse rappresentazioni dell’eros nell’arte attraverso i secoli che si snoderà lungo i suggestivi corridoi del Palazzo e che culminerà in una sezione dedicata al tema dell’Eros nella pittura dei grandi maestri del ‘900: un viaggio nell’erotismo d’autore che fra oli, acqueforti, incisioni e litografie spazia dal geniale Pablo Picasso, ai racconti carnali di Renato Guttuso, fino ad arrivare alle forme sinuose e ammalianti di Salvatore Fiume.

I circa 35 espositori presenti, che arriveranno a Cortona dalle maggiori regioni italiane, in primis la Toscana, ma con presenze d’eccellenza da ogni regione d’Italia dalla Lombardia alla Sicilia, comporranno un percorso antiquariale ricco e molto variegato fra dipinti d’alta epoca, quadrerie ottocentesche, arredi italiani ed europei di alto antiquariato, argenti e bronzi, mobili italiani, inglesi e francesi dal ‘600 all’800, pezzi orientali di magnifica fattura, straordinari gioielli, opere di arte moderna e una vastissima gamma di oggettistica da collezione. Anche quest’anno si può parlare di alta qualità in mostra e di continuo rinnovamento: la presenza di antiquari storici e di nuove e prestigiose presenze segna, senza dubbio, la crescita e il consolidamento qualitativo della rassegna antiquaria.

Le Mostre collaterali: evento nell'evento, le mostre 2015 di Cortonantinquaria ci portano a scoprire l'Egitto dalla storia antica alla contemporaneità.

Cortonantiquaria non è solo antiquariato, ma anche mostre tematiche e presenze importanti. In Palazzo Casali, sede del MAEC, troveranno infatti ospitalità alcune importanti mostre, fra cui CortonaDesign, dedicate quest’anno all'affascinante mondo egizio.

Per l’edizione 2015 di Cortonantiquaria sono in programma una serie di eventi di ampia risonanza, i principali dei quali vogliono rendere omaggio ed allinearsi all’iniziativa voluta dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali che individua il 2015 come l’anno della Cultura Egizia in Italia. In primis la mostra “Antiche tracce d’Egitto a Cortona” (anch’essa dal 22 agosto al 6 settembre), curata dalla direzione scientifica del Maec e allestita nel suggestivo Salone Mediceo di Palazzo Casali è dedicata alle secolari ragioni di interesse verso l’Egitto antico e al modo in cui l’Egitto ha ispirato artisti e artigiani dei secoli passati.

Le sale espositive a piano terra di Palazzo Casali, ospiteranno CortonaDesign. Ormai riconosciuto come evento parallelo alla tradizionale Cortonantiquaria, la 3° edizione di Cortonadesign quest’anno sarà dedicata ad alcuni significativi influssi dell’Egitto sul mondo del Design, avendo dato ispirazione ad una sorta di “linguaggio” produttivo di aziende come Egizia o i natali a personalità di rilievo del design e della progettazione, come Karim Rashid. Egizia, gloriosa azienda della Val d’Elsa senese, ha scritto una pagina importante nella storia dell’estetica decorativa, utilizzando la serigrafia manuale su vetro come mezzo per incidere segni che avessero valenza comunicativa. Un po’ come avevano fatto gli antichi egizi con i geroglifici. Karim Rashid: egiziano di nascita, canadese di adozione, cosmopolita per professione, è un designer sull’onda del successo, eclettico, che ha fondato la sua impronta artistica anche su segni e simboli che riconducono alla cultura natale e che lui stesso definisce “geroglifici contemporanei”.

Il percorso espositivo globale della 53° edizione si svilupperà nelle due prestigiose location di Palazzo Vagnotti e Palazzo Casali, due gioielli dell’architettura cortonese ubicati nel cuore della cittadina medievale.

Palazzo Vagnotti, chiuso al pubblico durante l’inverno, torna a vivere proprio nei giorni della mostra ospitando la tradizionale mostra antiquaria allestita in sale che racchiudono il fascino di storie, stili, gusti diversi in grado di esaltare le diverse personalità e professionalità degli espositori come in un “grand hotel” dell’antiquariato.

Ogni stanza rappresenta un mondo a sé lungo un percorso unico, quest’anno reso quasi museale da una esposizione pittorica volta a raccontare le diverse rappresentazioni dell’eros nell’arte attraverso i secoli che si snoderà lungo i suggestivi corridoi del Palazzo e che culminerà in una sezione dedicata al tema dell’Eros nella pittura dei grandi maestri del ‘900: un viaggio nell’erotismo d’autore che fra oli, acqueforti, incisioni e litografie spazia dal geniale Pablo Picasso, ai racconti carnali di Renato Guttuso, fino ad arrivare alle forme sinuose e ammalianti di Salvatore Fiume.

I circa 35 espositori presenti, che arriveranno a Cortona dalle maggiori regioni italiane, in primis la Toscana, ma con presenze d’eccellenza da ogni regione d’Italia dalla Lombardia alla Sicilia, comporranno un percorso antiquariale ricco e molto variegato fra dipinti d’alta epoca, quadrerie ottocentesche, arredi italiani ed europei di alto antiquariato, argenti e bronzi, mobili italiani, inglesi e francesi dal ‘600 all’800, pezzi orientali di magnifica fattura, straordinari gioielli, opere di arte moderna e una vastissima gamma di oggettistica da collezione.Anche quest’anno si può parlare di alta qualità in mostra e di continuo rinnovamento: la presenza di antiquari storici e di nuove e prestigiose presenze segna, senza dubbio, la crescita e il consolidamento qualitativo della rassegna antiquaria.

Le Mostre collaterali: evento nell'evento, le mostre 2015 di Cortonantinquaria ci portano a scoprire l'Egitto dalla storia antica alla contemporaneità.

Cortonantiquaria non è solo antiquariato, ma anche mostre tematiche e presenze importanti. In Palazzo Casali, sede del MAEC, troveranno infatti ospitalità alcune importanti mostre, fra cui CortonaDesign, dedicate quest’anno all'affascinante mondo egizio.

Per l’edizione 2015 di Cortonantiquaria sono in programma una serie di eventi di ampia risonanza, i principali dei quali vogliono rendere omaggio ed allinearsi all’iniziativa voluta dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali che individua il 2015 come l’anno della Cultura Egizia in Italia. In primis la mostra “Antiche tracce d’Egitto a Cortona” (anch’essa dal 22 agosto al 6 settembre), curata dalla direzione scientifica del Maec e allestita nel suggestivo Salone Mediceo di Palazzo Casali è dedicata alle secolari ragioni di interesse verso l’Egitto antico e al modo in cui l’Egitto ha ispirato artisti e artigiani dei secoli passati.

Le sale espositive a piano terra di Palazzo Casali, ospiteranno CortonaDesign. Ormai riconosciuto come evento parallelo alla tradizionale Cortonantiquaria, la 3° edizione di Cortonadesign quest’anno sarà dedicata ad alcuni significativi influssi dell’Egitto sul mondo del Design, avendo dato ispirazione ad una sorta di “linguaggio” produttivo di aziende come Egizia o i natali a personalità di rilievo del design e della progettazione, come Karim Rashid. Egizia, gloriosa azienda della Val d’Elsa senese, ha scritto una pagina importante nella storia dell’estetica decorativa, utilizzando la serigrafia manuale su vetro come mezzo per incidere segni che avessero valenza comunicativa. Un po’ come avevano fatto gli antichi egizi con i geroglifici. Karim Rashid: egiziano di nascita, canadese di adozione, cosmopolita per professione, è un designer sull’onda del successo, eclettico, che ha fondato la sua impronta artistica anche su segni e simboli che riconducono alla cultura natale e che lui stesso definisce “geroglifici contemporanei”.

(Cortonantiquaria, comunicato stampa)


ToscanaGo declina ogni responsabilità sull'uso di immagini ed audio presenti nel video. Per qualsiasi violazione di diritti d'autore o altro rivolgersi a Youtube.com sui cui server si trovano i video che la nostra pagina visualizza semplicemente.

2015: CORTONADESIGN INCONTRA L’EGITTO

Per la sua terza edizione CortonaDesign rende omaggio alla cultura egizia nella rappresentazione contemporanea data dal design di Karim Rashid Cortona (AR), Palazzo Casali 22 agosto – 6 settembre 2015

Giunge alla sua terza edizione CortonaDesign: l’evento parallelo al consueto appuntamento con Cortonantiquaria è interamente dedicato al mondo del Design, del quale cerca di offrire una lettura “non industriale”, concentrandosi sull’aspetto di unicità che è alla base del “progetto” produttivo.

Dopo la prima edizione, dedicata a Marco Lodola ed una seconda dedicata al lavoro di Ettore Sottsass e di Paolo Staccioli, l’edizione del 2015, anno della Cultura Egizia in Italia, vuole offrire una rappresentazione di alcuni fra i più significativi momenti di contatto fra il mondo del Design e il territorio, la cultura e l’immaginario del mondo egizio.

Lo fa secondo un’abituale doppia chiave di lettura: la dimensione industriale e quella artistica. Quella industriale è incentrata su una storia aziendale di successo e paradigmatica: i fondatori dedicarono all’Egitto il principale elemento distintivo dell’impresa, ovvero il suo marchio. È la storia di Egizia, gloriosa azienda della Val d’Elsa senese, che nel tempo ha assunto una leadership a livello internazionale nelle tecnologie di serigrafia manuale diretta su vetro e che ha scritto una pagina importante nella storia dell’estetica decorativa.

La dimensione artistica si incentra sulla personalità esuberante di Karim Rashid: egiziano di nascita, canadese di adozione, cosmopolita per professione, Karim Rashid è un designer che da tempo cavalca l’onda del successo, eclettico e capace di cimentarsi nei più svariati ambiti progettuali. Pur essendosi allontanato ancora molto giovane dal Paese di nascita, la cultura egiziana in qualche modo permea tutto il suo lavoro e contribuisce fortemente a plasmare la sua impronta artistica, conducendolo ad esprimersi attraverso segni distintivi che riconducono alla cultura natale e che altri, se non lui stesso, definiscono “geroglifici contemporanei”.

Non è un caso che le strade di Egizia e di Karim Rashid, ad un certo punto del loro percorso, si siano incontrate.

Alla collaborazione con Egizia e a Karim Rashid è dunque dedicata una mostra ospitata nelle sale al piano terreno di Palazzo Casali, sede del MAEC, Museo dell'Accademia Etrusca e della Città di Cortona.

Saranno presenti alcuni fra i pezzi simbolicamente più rappresentativi dell’evoluzione aziendale di Egizia: alcuni della prima fase, basati su un’iconografia più tradizionale, altri emblematici del periodo di trasformazione avviato con la collaborazione con Sottsass e il suo staff di collaboratori, altri ancora attinenti alle collaborazioni con altri designer di rilievo, prima su tutti Paola Navone, per concludersi con una selezione dei pezzi più emblematici della collaborazione con Karim Rashid.

La sezione di CortonaDesign dedicata a Karim Rashid sarà arricchita e completata anche da opere ispirate ai suoi geroglifici contemporanei e realizzate da Bitossi Ceramiche.

Da grande cultore dell'opera di Sottsass e dei totem realizzati dalla allora denominata Manifattura Flavia negli anni '60, Rashid stesso contattò Bitossi per sviluppare una collezione di ceramiche.

Nel pieno rispetto dell'identità artigianale esclusivamente Made in Italy che fa di Bitossi Ceramiche un caso di eccellenza, Rashid ha disegnato nel tempo molte collezioni fra le quali il Symbolik che inaugura la collaborazione e che racconta il talento del designer egiziano nel rappresentare il mondo con un linguaggio nuovo e antico allo stesso tempo, fatto di segni e di icone.

Web Soft
Ricerca / Colonna destra

Notizie collegate

Info Provincia di Arezzo

CONDIVIDI L'ARTICOLO SU

SEGUICI SU