Contenuto Principale
Italian Chinese (Simplified) English French German Japanese Portuguese Romanian Russian Spanish

Italia Legno Energia 2015

Alla Fiera di Arezzo il nuovo salone dal 13 al 15 febbraio 2015. Dalle ultime novità in tema di caldaie, stufe e tecnologie per la produzione di energia dal legno, ai macchinari per il settore agroforestale fino ad arrivare ai prodotti per la produzione di energia naturale (pellet e cippato in testa).

Immagine allegata al comunicato stampa.

Il calore del futuro sarà dato dal legno e avvicinare l'utente finale a questa filiera è la sfida del settore. E' da questa riflessione che nasce un nuovo salone professionale, Italia Legno Energia dal bosco al camino, in programma nel 2015 in Toscana alla Fiera di Arezzo. Un evento fieristico promosso dagli organizzatori di Progetto Fuoco, la mostra internazionale leader nel mondo tra le rassegne di impianti e attrezzature per la produzione di calore ed energia dalla combustione della legna; e come Progetto Fuoco è organizzato da Piemmeti Spa, Societa' Partecipata di VeronaFiere, e ha come partner tecnico AIEL (Associazione Italiana Energie Agroforestali).

Nei tre giorni della Manifestazione (13/15 febbraio 2015 nel nuovo quartiere fieristico di Arezzo), cui hanno aderito fin d'ora i più importanti produttori italiani e stranieri del settore, saranno presentatati macchine e attrezzature per la produzione e il pre-trattamento dei biocombustibili legnosi (come legna, cippato e pellet), tecnologie innovative per il riscaldamento domestico, civile, industriale e per la mini cogenerazione, generatori di calore, caldaie, caminetti e stufe di ultima generazione.

Il target che hanno individuato gli organizzatori non sono solo agli agriturismi (la Toscana e la vicina Umbria sono leader in questo settore con oltre 8 mila strutture, il 40% del totale nazionale), ma anche le aziende agricole e florovivaistiche, imprese del turismo rurale, enti locali, operatori del settore attivi nell'Italia centrale.

Tra gli obiettivi che si pone Italia Legno Energia, anche quello di avvicinare i consumatori finali ai benefici della filiera corta e delle energie da biomassa. Molte dunque le aziende che hanno prenotato spazi a Italia Legno Energia, spinte da un mercato che avverte l'urgenza di trovare valide alternative alla crisi di approvvigionamento di gas a seguito delle mutate relazioni russo- europee, migliorando nel contempo la qualità dell'aria.

Non è un caso che l'evento fieristico si svolga ad Arezzo, polo fieristico di riferimento per la Toscana che con 1,19 milioni di ettari di boschi e foreste segue di poco la Sardegna (leader nazionale per superficie forestale con 1,24 milioni di ettari) e si trova davanti al Piemonte (995.000 ettari): lo dicono le stime 2015 dell'Inventario nazionale delle foreste e dei serbatoi forestali di carbonio, inserite dal Ministero dell'Ambiente nella rendicontazione degli impegni previsti dal Protocollo di Kyoto. In questo quadro che ci porterà nel 2015 ad avere una superficie nazionale boschiva di oltre 10 milioni di ettari (600.000 in più rispetto al 2005) l'incremento più marcato si rileva proprio nel Centro- Sud con 461.000 ettari in eccesso sull'anno di riferimento. La Toscana inoltre, non va dimenticato, è il luogo più adatto dove avvicinare facilmente il mercato del Centro Sud Italia.

Ad Italia Legno Energia (ingresso libero per tutti dalle 9 alle 18,30 - previa registrazione) saranno effettuate dimostrazioni pratiche e visite guidate, una panoramica unica su macchine e attrezzature per il settore agroforestale e per la lavorazione del legno a fini energetici. Una filiera completa insomma, a partire dalla materia prima (legna, pellet, cippato e altri prodotti legnosi) a come trasformarla (caldaie, caminetti e stufe, tecnologie per il riscaldamento a legna, installazione e impiantistica, attrezzature e prodotti per la fumisteria).

Grazie alla preziosa partnership scientifica con Aiel, Italia Legno Energia darà inoltre l'opportunità di aggiornarsi sulle ultime novità attraverso incontri, convegni e workshop su svariati temi: dalle biomasse e relativi impianti, alla certificazione di prodotto e di processo, pellet, impianti fumari, mini cogenerazione, incentivi. Italia Legno Energia è patrocinata da Regione Toscana, Provincia e Comune di Arezzo e dalle Camere di Commercio toscane.

(Italia Legno Energia, comunicato stampa 21 ottobre 2014)


Energia e calore prodotti da biomasse legnose: i massimi esperti si danno appuntamento ad Arezzo

Il futuro delle energie rinnovabili passa da Arezzo. Dal 13 al 15 febbraio 2015 infatti è alla Fiera del capoluogo di provincia toscano che si svolgerà Italia Legno Energia, un evento che ospiterà tutte le novità di un settore che guarda al futuro. Italia Legno Energia è la prima edizione di una manifestazione pensata per la filiera della produzione di calore dal legno nel Centro Italia, voluta da Piemmeti SpA che organizza a Verona Progetto Fuoco, Mostra internazionale di impianti ed attrezzature per la produzione di calore ed energia dalla combustione di legna in Fiera di Verona.

A due mesi dal taglio del nastro la fiera ha già fatto registrare il tutto esaurito per quanto riguarda gli spazi espositivi. "Saranno presenti ad Arezzo in forma diretta le aziende leader a livello internazionale - dichiara Raul Barbieri, direttore di Piemmeti spa – e tra queste ricordo tra i produttori di caldaie OKOFEN, UNICONFORT, KWB, VIESSMANN, ETA ITALIA, HERZ, FROLING, SOLARFOCUS, SCHMIDT, ETATECH, TATANO, BIODOM, DOMUSA, SAN-HELL e WINDHAGER, mentre tra i produttori di caminetti, stufe e cucine nomi molto conosciuti quali PALAZZETTI, CLAM, NORDICA, MCZ, CADEL, COLA, RIZZOLI, GREITHWALD, SUPRA, VALMARECCHI, CASTIELLO, CERAMPIU' e ETA KAMINI; così come sono numerose le aziende di pellet e combustibile (tra cui GERMANPELLET, BIOHOLZ, TRIADE, PELLETLEGNO, FIRELUX, SEPPELE, AUSTRIAN PELLET, WOODTECH, RONCHIATO, RICCI, LATIESSE) e aziende produttrici di macchine e aziende di articoli e accessori per la fumisteria (SMALBO; MC Costa Moreno, ETNA). Nell'area esterna sono presenti le macchine per la prima trasformazione del legno con le aziende più rappresentative del settore: PINOSA, PEZZOLATO, GL&D, ANTONELLI."

Aziende agricole, agriturismi, imprese del turismo rurale, Pubbliche Amministrazioni, ma anche operatori del settore dell'Italia centrale, sono solo alcuni dei soggetti ai quali si rivolge questo appuntamento che non dimentica il consumatore finale che, con gli apparecchi domestici, può tornare a riscaldare la propria casa con la fonte primaria di energia, il legno. "Abbandonare le fonti fossili a vantaggio della biomassa legnosa
- aggiunge Ado Rebuli, presidente di Piemmeti spa - è la scelta più efficace per abbattere i costi energetici. Una scelta di risparmio, per la possibilità di accedere agli incentivi del Conto Termico e di rispetto ambientale, scegliendo una fonte energetica pulita e sicura".

Molti i convegni e i seminari in programma nella tre giorni di fiera, organizzati in collaborazione con AIEL, associazione italiana energia del legno, partner storico di Piemmeti. Ogni giorno sono in programma appuntamenti di rilievo nazionale su svariati temi: dallo sviluppo delle energie da fonte legnosa per il centro Italia, passando per la gestione dell'applicazione e dell'istallazione di caldaie a biomassa. Sempre promosso da AIEL – Associazione Italiana Energie Agroforestali - si svolgerà ad Arezzo il secondo incontro nazionale degli operatori agroforestali per fare il punto su una professione in crescita. Assocosma invece, l'associazione nazionale dei produttori di stufe, proporrà incontri rivolti anche al consumatore su come scegliere la stufa più adatta e come utilizzarla al meglio. Nei tre giorni di fiera si incontreranno anche gli spazzacamini del centro Italia grazie a un appuntamento promosso dall'associazione di categoria, l'Anfus.

Le foreste in Italia oggi occupano quasi 11 milioni di ettari, poco meno di un terzo della totalità del territorio nazionale, e la superficie boscata cresce ogni anno al ritmo di migliaia di ettari. Anche il volume dei boschi nazionali cresce: mediamente di 32 milioni di metri cubi di legno all'anno, dei quali, sempre in media, ne vengono prelevati poco meno di 8 milioni di metri cubi. Il capitale legnoso "depositato" nei boschi italiani, quindi, aumenta al ritmo annuale di circa 24 milioni di metri cubi. Senza contare che il legno da destinare alla produzione di calore può provenire anche dal cosiddetto "fuori foresta", cioè dai campi: siepi e filari, tutta la vegetazione che cresce lungo i corsi d'acqua e a cui viene fatta periodicamente manutenzione, nonché le potature degli alberi da frutto, degli oliveti e dei vigneti.

Italia Legno Energia si svolgerà presso la Fiera di Arezzo dal 13 al 15 febbraio 2015, con orario di apertura al pubblico dalle 9 alle 18,30. L'ingresso è gratuito previa preiscrizione al sito www.italialegnoenergia.it.

(Italia Legno Energia, comunicato stampa 9 gennaio 2015)

Web Soft
Ricerca / Colonna destra

Pubblica la tua foto su ToscanaGo

Info Provincia di Arezzo

CONDIVIDI L'ARTICOLO SU

SEGUICI SU

Forum


Il forum gratuito di ToscanaGo
(accedi con password di registrazione al sito)